Matelica: la Lega presenta i suoi candidati alle comunali e alle europee

2' di lettura 11/05/2019 - Mattinata di presentazioni in sala Boldrini a Matelica per la Lega di Matteo Salvini.

Il partito ha infatti presentato ai cittadini i suoi 4 candidati alle comunali matelicesi e 2 protagonisti per la corsa alle europee. Entrambe le elezioni si terranno contemporaneamente domenica 26 maggio.

A coordinare gli interventi è stata la rappresentante locale Ivana Marchegiani, che ha avuto al suo fianco la senatrice Cinzia Bonfrisco e Leo Bollettini, ovvero i due candidati alle elezioni europee. Insieme a loro presenti in sala l'on. Tullio Patassini, i consiglieri regionali Marzia Malaigia e Luigi Zura Puntaroni e altri esponenti locali e non del partito di Salvini.

"Salvini dedica molto del suo tempo alle Marche e credo che questa sia la prima elezione europea con alta attenzione da parte degli elettori - ha spiegato l'on. Bonfrisco nella sua presentazione - Questo perché c'è un bilancio fallimentare dell'Europa. Da quando c'è l'euro noi siamo più poveri quindi c'è qualcosa che non va".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Bollettini che ha sottolineato l'importanza del territorio: "Dobbiamo avere persone competenti che ci rappresentano anche in Europa, costruendo dei progetti pilota che aiutino le realtà locali".

Ovviamente non si è parlato solo di Europa, ma anche e soprattutto di Matelica. Sono stati infatti presentati anche i 4 volti di Matelica Futura a marchio Lega. Si tratta di Marco Papilli, Alessio Micucci, Monia Serpicelli e Umberto Bartoli. "La Lega a Matelica è una realtà vera e viva, abbiamo raggiunto un grande traguardo - ha commentato Papilli - c'è necessità di cambiamento in città perché è stato dato più valore a alcune cose rispetto ad altre, noi non dobbiamo far rimanere indietro nulla".

Toccati anche i temi della sicurezza e del commercio con i candidati Micucci e Serpicelli, che hanno sottolineato rispettivamente problemi come alcolismo, bullismo e droghe e la trasversalità della lista di centrodestra, perché "la lista è civica e il nostro partito in comune è Matelica" ha spiegato Monia Serpicelli.

Bartoli invece ha parlato del suo legame con Massimo Baldini, un'amicizia che lo ha spinto ad impegnarsi per il bene della città. Soddisfatto il candidato sindaco. "Siamo riusciti a fare una bella lista - ha commentato Baldini - ci sono persone che rappresentano a pieno il tessuto sociale. Il programma è realistico e modificabile a seconda delle varie esigenze dei cittadini. Siamo contenti infine di avere l'appoggio del centrodestra e di alcuni attivisti del M5S".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2019 alle 12:43 sul giornale del 13 maggio 2019 - 4346 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7mY





logoEV