Ruzzola: Marche, Toscana e Umbria si dividono il bottino a Camerino

13/05/2019 - Un solo titolo su tre finisce nelle Marche, uno va in Toscana e l’altro in Umbria.

Nel conteggio dei piazzamenti le Marche la fanno da padrona, con le squadre della Provincia di Ancona che hanno conquistato 10 piazzamenti sui 18 in totale. E’ il verdetto di due giornate avvincenti ed intense di gare del 3° Campionato Italiano di Ruzzola a squadre, andato in scena nel week-end sulle strade del camerinese dove si sono sfidate 120 coppie provenienti da tutta Italia, di cui 48 per la categoria A, 40 per la B e 31 per la C, che hanno dato vita a sfide combattutissime.

Un po’ di delusione c’è stata per le squadre locali, che hanno tradito le aspettative, che schieravano 4 squadre nelle prime due categorie. Nella categoria A il successo è andato alla coppia Pino Luzi e Livio Fabbri di Perugia, davanti rispettivamente a due coppie della provincia di Ancona formate da Rossano Radiconi e Lorenzo Minicucci ed al duo Alberto e Davide Ceccacci.

Anconetane anche le coppie giunte al 4° e 5° posto composte rispettivamente da Bruno Lorenzini-Fabrizio Marcantoni e da Carlo Perini-Lorenzo Pandolfi, mentre al 6° posto si sono classificati Graziano Cervelli – Gianni Casoni della GSR di Montecavallo. L’unico titolo per le Marche è arrivato nella categoria B e lo ha conquistato la coppia Ilario Ilari – Ezio Porzi per la Provincia di Fermo, che hanno battuto in finale la coppia toscana Maurizio Cipolloni-Romeo Giovagnoli (2° class) e gli anconetani Giuseppe Gambini-Terenzio Nocelli (3° class). Hanno completato nell’ordine le restanti posizioni Francesco Costantini-Rino Stronati (per la provincia di Macerata) e le due coppie doriche Lorenzo Lepri-Luigino Venanzi ed infine Giordano Saturni – Sauro Manoni.

Infine, nella categoria C si è imposta la Toscana con la coppia senese formata da Bruno e Simone Massini, rispettivamente padre e figlio, coppia new entry nella Figest. A completare il dominio della Toscana in questa categoria c’è stato il secondo posto conquistato dal due aretino Eugenio Maraghelli-Matteo Maestri, mentre sul terzo gradino del podio sono saliti i dorici Orlando Gabrielli-Pietro Giorgi, seguiti dall’altra coppia dell’anconetano formata da Renato e Denis Pocognoli, mentre al quinto posto ancora lanciatori toscani con gli aretini Alvaro Polcri – Maurizio Ciribilli. Completano la classifica dei primi sei Aldo Massi e Luca Gregorini, della provincia di Ancona.

Le gare, svoltesi in due giornate sono state graziate della pioggia, malgrado le condizioni meteo siano state sempre minacciose, cosa che ha invece contribuito a tenere un po’ lontano dagli scenari di gara il pubblico delle grandi occasioni. Il bilancio è stato comunque positivo.

“Siamo soddisfattissimi di com’è andata – dice il presidente Provinciale Figest Patrizio Romaldini – tutto è filato liscio e non c’è stato nessun inconveniente, peccato per il tempo, col il sole ci sarebbe stato molto più pubblico per le finali. Abbiamo ricevuto da tutti, giocatori e dirigenti i complimenti per l’organizzazione. Gente che è arrivata da tutt’Italia e che è rimasta affascinata dai nostri luoghi, mentre un po’ sorpresa nel non vedere ancora segnali di ricostruzione. L’idea che ha la gente di fuori è un’altra, si immaginavano di vendere i cantieri ben avviati dopo circa 3 anni dal sisma”.

“La gara, a parte il risultato tecnico dove ci aspettavamo di più dalle nostre squadre del maceratese – prosegue Romaldini – è andata bene. La gara a coppie è una delle più difficile. I percorsi sono stati apprezzati e così l’ospitalità”.

Il quartier generale è stato il Sottocorte Village dove è stato effettuato il ritrovo e il briefing pre-gara. Primo esame superato alla grande per l’organizzazione locale e la Figest (Federazione giochi e sport Popolari), che domenica prossima 19 maggio saranno di nuovo impegnate sugli stessi luoghi per la disputa della Coppa Italia a squadre, per una partecipazione di 70 coppie su 80 iscritti e una mobilitazione di oltre 500 persone.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 13-05-2019 alle 10:19 sul giornale del 14 maggio 2019 - 1320 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7pG