Coldiretti supporta l'ordinanza di abbattimento dei cinghiali a San Severino: "Comune più colpito in provincia"

Cinghiali 1' di lettura 07/06/2019 - Coldiretti Macerata plaude all'iniziativa del sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che con apposita ordinanza ha stabilito l'abbattimento dei cinghiali sul territorio comunale.

Gli ungulati, in soprannumero e con tutti gli squilibri ambientali conseguenti, con i danni alle aziende e senza tralasciare i rischi per l'incolumità dei cittadini (vedi incidenti stradali), sono un problema che Coldiretti Macerata sta affrontando da tempo.

"Ricordiamo, per altro, che San Severino è il Comune più colpito della provincia di Macerata: parliamo di produzioni agricole per 100mila euro di danni in un quinquennio, secondo gli ultimi dati regionali - dicono da Coldiretti - Come organizzazione abbiamo spinto la Regione Marche a fare norme che, se pienamente attuate, porteranno maggiori garanzie agli agricoltori".

Dal canto loro i sindaci, tra le loro prerogative, hanno la possibilità di firmare ordinanze di questo tipo allo scopo di salvaguardare l'incolumità dei cittadini e la sicurezza urbana. Come anche suggerito da Coldiretti Macerata nell'Agenda Programmatica 2019, documento redatto e proposto ai vari candidati sindaco nel corso della recente campagna elettorale per le elezioni amministrative. "Confidiamo che l'iniziativa del sindaco Piermattei possa essere presa da esempio da tutti quei Comuni che vivono le stesse problematiche di San Severino" conclude Coldiretti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2019 alle 15:12 sul giornale del 08 giugno 2019 - 386 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, cinghiali, coldiretti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8mK