Danzica e Camerino sempre più vicine grazie alle rispettive università

3' di lettura 11/06/2019 - Un gruppo di 6 dipendenti dell’Università tecnica di Danzica (Polonia) è stato accolto dal Delegato del Rettore alla Mobilità Internazionale prof. Renato De Leone e dalla dott.ssa Anna Pupilli dell’Ufficio Mobilità Internazionale.

La visita rientra nell’ambito del Programma Erasmus+ della Commissione europea, che sostiene fino al 2020 tutte le iniziative europee nel campo dell’istruzione e della formazione. Tra le opportunità di formazione finanziate, vi è quella della mobilità per il personale tecnico-amministrativo (Staff Mobility for Training) che rappresenta un’importante opportunità di formazione professionale. L’azione offre l’opportunità di svolgere una breve esperienza presso un Istituto di istruzione superiore in uno dei paesi partecipanti alpProgramma.

Considerato il lungo rapporto di collaborazione che c’è tra gli atenei di Camerino e di Danzica, le dipendenti polacche in visita Agnieszka Hriszko, Iwona Kuzborska, AnnaLubaczewska, Malgorzata Piwowaska, Magdalena Topp e Aleksandra Zaborowska, lavorano presso gli Uffici Relazioni Internazionali delle Facoltà di Applied Physics and Mathematics e di Electronics, Telecommunications and Informatics ed hanno presentato la loro Università e l’organizzazione dei vari uffici discutendo poi di strategie comuni per incrementare la mobilità degli studenti nei due Atenei.

L’università Tecnica di Danzica conta circa 20.000 studenti ed una lunga collaborazione con i docenti Unicam con i quali lavorano nel settore della ricerca. La presentazione dell’offerta didattica di Danzica ha dato modo di confrontare i corsi polacchi con quelli di Camerino evidenziando la possibilità di incrementare il numero di studenti in mobilità Erasmus+ nel prossimo anno.

Dopo aver visitato il nuovo Campus con i dormitori donati dalle Province Autonome di Trento e Bolzano, gli edifici del Rettorato ed il Centro Sottocorte Village, le ospiti sono rimaste colpite dalla situazione del centro storico, luogo a loro caro sia per i monumenti visitati che per piacevoli momenti vissuti nella loro precedente visita all’Università ed hanno auspicato di poter ritornare presto in un centro restaurato ed riaperto ai visitatori e turisti. Nella visita al dipartimento di Matematica, dove le 6 dipendenti hanno svolto la loro relazione, hanno potuto ammirare la mostra sul tema “Le donne per la Matematica” (prolungata oltre i termini previsti), che hanno molto apprezzato e nella quale hanno ammirato la loro connazionale, la docente matematica Kataryna (Kasia) Rejzner che insegna presso l’università di York in Inghilterra.

“Loro già collaborano da tempo Unicam – aggiunge il prof De Leone, delegato per l’internazionalizzazione – in quanto un loro docente veniva da molti anni a Camerino, presso la facoltà di Matematica ed era molto amico del compianto prof Feliziani. Si è fermato molto tempo a Camerino e quando è tornato poi a casa, la sua collaborazione è continuata con il progetto Erasmus. Già in passato sono venuti in visita delegati di questo ateneo e per alcuni di loro non è la prima volta a Camerino. L’idea, ora – prosegue De Leone - è di stringere questa collaborazione, che è nata soprattutto per quanto riguarda matematica e fisica, poi è stata allargata già negli anni passati ad architettura. Ora vogliamo ampliarla anche a chimica. Il vantaggio è che quella di Danzica è una bellissima università, con un laboratorio molto all’avanguardia e poi molti dei loro corsi sono in lingua inglese come lo sono i nostri. Quindi stiamo cercando dei posti dove mandare i nostri studenti per seguire i corsi in lingua inglese. Non sappiamo ancora cosa succederà con la Brexit.”


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2019 alle 13:32 sul giornale del 12 giugno 2019 - 467 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8t3