Jazz e sisma: la marcia solidale parte da Camerino

3' di lettura 20/08/2019 - Il ritmo del respiro, passo dopo passo, nota dopo nota.

Dopo il successo delle edizioni precedenti, “Il Jazz italiano per le terre del sisma” torna con un’edizione rinnovata in prima linea nelle terre del cratere delle quattro regioni coinvolte – Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria - confermando l’impegno e l’organizzazione della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano” – con il coordinamento operativo della Associazione I-Jazz – insieme a Mibac, il Main Sponsor SIAE-Società Italiana degli Autori ed Editori, NuovoIMAIE e ai molti partner tecnici coinvolti. Un’edizione, questa del 2019, che conferma la grande maratona musicale all’Aquila (con inizio la sera del 31 agosto e concerti in molteplici location della città domenica 1° settembre) anteceduta da una settimana di concerti e trekking nel cuore delle Terre del Sisma tra le regioni citate organizzata da I-Jazz attraverso i propri soci Musicamdo, Young Jazz e Fara Music in collaborazione con Associazione Movimento Tellurico, Trekking, ecologia e Solidarietà.

Dal 24 al 31 agosto, infatti, il progetto, cui capofila è Musicamdo, prende la forma di un percorso di musica e trekking, un viaggio a piedi alla scoperta dell’entroterra di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, per esprimere solidarietà alle popolazioni colpite dal sisma, sostenere la micro-economia locale e mantenere alta l’attenzione attraverso un cammino a passo lento, uniti dalla passione e dall’amore per il linguaggio universale della musica. Si inizia sabato 24 agosto con la tappa zero di Camerino, un ritrovo comune prima di iniziare il cammino. Alle ore 20 presso il Sottocorte Village, nuovo centro commerciale cittadino, si aprirà la prima serata musicale con la P-Funking Band. Da sempre vicini a Musicamdo Jazz e alle popolazioni colpite dal terremoto, l'eclettica marching band composta da sedici giovani scatenati musicisti di diversa estrazione musicale ma uniti da una grande passione in comune, apre il cammino. Uno spettacolo coinvolgente ed energico, una miscela esplosiva di Funky, Jazz, Rhythm'n'Blues e Soul rivisitata in chiave “marching”, con movimenti coreografici di grande impatto, un ritmo trascinante e un repertorio accattivante impreziosito da arrangiamenti inusuali ed insoliti che creano un groove cui è difficile resistere.

Ad accompagnare il concerto anche la Festa de li Vincisgrassi, perché proprio a partire dal territorio, dalle sue tipicità e peculiarità, anche gastronomiche, si può raccontare questa terra a chi, magari da lontano, raggiungerà Camerino per cominciare il cammino. Un programma innovativo di musica, trekking e solidarietà diffuso nelle terre mutate dal sisma, per scoprire luoghi di alto interesse paesaggistico e naturalistico e conoscere le specificità enogastronomiche locali, con concerti diffusi e percorsi escursionistici che permetteranno a turisti e appassionati, di viaggiare a piedi nelle Terre Mutate, insieme a una carovana itinerante. Un’idea progettuale portata avanti da I-Jazz insieme a Musicamdo (capofila), Young Jazz e Fara Music è realizzata in collaborazione con le amministrazioni locali, le società di guide e organizzazioni culturali/artistiche, associazioni volontarie che con le loro idee stanno già operando in questo territorio (Movimento Tellurico, TAM, RisorgiMarche, Legambiente, Terre di Mezzo Editore e tutti gli operatori nel settore turismo sostenibile quali Active Tourism e molti altri).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2019 alle 12:26 sul giornale del 21 agosto 2019 - 1012 letture

In questo articolo si parla di cultura, camerino, musicamdo jazz

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0Qp





logoEV