A Castelraimondo prima tappa del festival "Sparse"

2' di lettura 09/09/2019 - Sparse (Supporting & Promoting Arts in Rural Settlements of Europe) vede la partnership di AMAT con Take Art (Inghilterra), Eesti Tantsuagentuur – National Dance Agency (Estonia), Fish Eye (Lituania), Shoshin (Romania), Carn to Cove (Inghilterra), Riksteatern Varmland (Svezia) e Sogn og Fjordance (Norvegia).

A conferma della capacità dell’ente marchigiano di realizzare nuovi progetti in un’ottica che non si limita ai confini nazionali e regionali, il progetto Sparse (Supporting & Promoting Arts in Rural Settlements of Europe) finanziato nell’ambito del programma Europa Creativa, entra nel vivo rendendo protagonisti i Comuni di Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Mogliano e Sarnano.

La prima tappa si svolge appunto a Castelraimondo, ospitata al Teatro Galleria “La Valle dell’Arte”, località Feggiani, dalle ore 21.00: in scena la performance musicale di Michela Paoloni e Goodnight Ladies Boodbye “RossiniMania”, di Michela Paoloni e “MAGNITUDINI”, Short dance film con Fabio Bacaloni, Michela Paoloni interpreti Fabio Bacaloni, Michela Paoloni video Luca Giustozzi. L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare un circuito rurale europeo in grado di ospitare spettacoli di compagnie professioniste in Italia, Estonia, Lituania e Romania a partire dall’esperienza inglese del capofila Take Art, un’organizzazione che si occupa di spettacolo e che da oltre vent’anni opera in questo senso nella vasta area rurale del Somerset, e dei partner associati svedesi e norvegesi. Ogni partner ha individuato cinque location che entreranno a far parte del primo network internazionale dedicato alle aree rurali.

Per l’Italia i luoghi del circuito internazionale sono i comuni di Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Mogliano e Sarnano, coinvolti dal partner italiano AMAT nel progetto, che ospiteranno uno spettacolo all’anno da settembre 2019 fino al 2021. Il progetto è partito con una lunga fase di preparazione che ha visto già concluse due tappe. Il Direttore di Take Art, Ralph Lister e l’esperta Sarah Peterkin, hanno visitato lo scorso marzo le location dei comuni marchigiani che ospiteranno gli spettacoli scoprendo le bellezze del territorio maceratese, sperimentandone l’accoglienza attraverso i profumi, i sapori e la sapiente guida dei “local promoter”. Dal 29 aprile al 3 maggio la delegazione italiana ha preso parte a un programma di training in Cornovaglia insieme ai promoter provenienti da tutti i paesi coinvolti dal progetto.

Ogni gruppo ha avuto la possibilità di descrivere il proprio territorio con le sue tradizioni e confrontarsi sulle diverse modalità di pensare la fruizione culturale avviando il dialogo per la costruzione di un network europeo a partire dal 2021. Dopo questo intenso periodo di preparazione il progetto entrerà nel vivo a settembre 2019 con il primo festival targato SPARSE e a Castelraimondo, sabato 14 settembre, la prima tappa.


da Comunicamonti
Comunicazione e formazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2019 alle 12:12 sul giornale del 10 settembre 2019 - 1256 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelraimondo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bao3





logoEV