Ricostruzione: ActionAid scrive al presidente Conte

Giuseppe Conte 3' di lettura 13/09/2019 - Mettere al centro dell’agenda politica e dell’attività del nuovo esecutivo il tema della prevenzione e mitigazione del rischio e definire una legge organica per la ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti.

Con questo obiettivo ActionAid, che con la campagna #SicuriPerDavvero ha realizzato in questi mesi un percorso partecipativo con oltre 400 realtà associative e istituzionali, ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, chiedendogli un incontro. Nel suo discorso sulla fiducia alla Camera il Premier ha sottolineato infatti come la messa in sicurezza del territorio italiano sia tra le priorità del nuovo governo. Lunedì prossimo, inoltre, L’Aquila ospiterà nel cortile della Scuola Primaria "Mariele Ventre" - circolo didattico "Amiternum", un modulo a uso scolastico provvisorio, la cerimonia nazionale di inaugurazione dell’anno scolastico, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. ActionAid è impegnata da anni sui temi della trasparenza, della responsabilità e della partecipazione nella fase di risposta alle emergenze. Lo scorso aprile, in occasione del decennale del terremoto che ha colpito L’Aquila e i comuni limitrofi, ha lanciato la campagna #SicuriPerDavvero, con l’obiettivo di arrivare alla definizione di una legge organica sulla prevenzione, la mitigazione del rischio e la messa in sicurezza del territorio, con fondi certi per affrontare le ricostruzioni, a partire da quella pubblica, come le scuole, beni comuni fondamentali per la rinascita delle comunità.

È fondamentale rendere l’Italia un Paese resiliente, capace di ridurre i rischi, rispondere efficacemente agli shock da disastri naturali, diminuendone gli effetti per la popolazione e per il territorio, scrive ActionAid nella lettera di richiesta di incontro indirizzata al Presidente Conte. L’Italia è un Paese estremamente fragile, con il 16,6% del territorio che rientra nelle classi a maggiore pericolosità per frane e alluvioni. In queste aree si trova il 4% degli edifici italiani (oltre 550mila). Negli ultimi 70 anni si sono registrate oltre 10mila vittime per fenomeni idrogeologici e sismici con danni economici per circa 290 miliardi di euro e ancora oggi 22 milioni di persone risiedono in aree a elevato rischio sismico. #SicuriPerDavvero nasce proprio per mettere al centro dell’attenzione l’esigenza di sicurezza delle comunità e dei territori fragili o già colpiti, con l’obiettivo di ottenere finalmente una legislazione equa e organica, con una governance e fondi certi per affrontare le ricostruzioni. La campagna ha già fatto tappa in diversi territori italiani (L’Aquila, Perugia, Arquata del Tronto, Bologna, Roma, Ussita), con eventi pubblici che si sono trasformati in luoghi fisici di scambio di esperienze e pratiche tra associazioni, enti, istituzioni, comunità. A fine mese #SicuriPerDavvero toccherà la città di Reggio Calabria per affrontare il tema della prevenzione sismica. Anche online, sul sito www.sicuriperdavvero.it addetti ai lavori, istituzioni o comitati civici stanno contribuendo al processo di partecipazione attraverso la condivisione di esperienze, dati e ricerche scientifiche. Da questo processo partecipativo nasceranno raccomandazioni e linee guida per la definizione di una legge quadro che regolamenti in termini generali il ciclo del rischio, che ActionAid presenterà alle Istituzioni nei primi mesi del 2020.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2019 alle 14:19 sul giornale del 14 settembre 2019 - 336 letture

In questo articolo si parla di politica, ActionAid, giuseppe conte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bay1





logoEV