Leo Gullotta tra Jesi e Matelica

2' di lettura 27/12/2019 - Sabato 4 gennaio si apre il sipario sulla nuova stagione di prosa del Teatro Pergolesi di Jesi promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini con il Comuni di Jesi (socio fondatore della Fondazione) e l’AMAT, un viaggio in sette tappe fino a giugno nel miglior teatro italiano, tra testi classici e nuova drammaturgia.

L’inaugurazione è affidata a Leo Gullotta protagonista di Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello, lettura drammaturgica e regia di Fabio Grossi, in scena il 3 gennaio anche al Teatro Piermarini di Matelica (0737 85088 – inizio ore 21.15).

Pensaci, Giacomino! nasce in veste di novella del 1915 per poi avere la sua prima edizione teatrale, in lingua, nel 1917. Tutti i ragionamenti, i luoghi comuni, gli assiomi pirandelliani sono presenti in questa opera. Un testo di condanna di una società becera e ciarliera, dove il gioco della calunnia, del dissacro e del bigottismo è sempre pronto a esibirsi. La storia racconta di una fanciulla che rimasta incinta del suo giovane fidanzato non sa come poter portare avanti la gravidanza. Il professore Toti pensa di poterla aiutare chiedendola in moglie e autorizzandola a vivere della sua pensione il giorno in cui lui non ci sarà più. La società civile si rivolta contro questa decisione anche a discapito della piccola creatura che nel frattempo è venuta al mondo. Il finale pirandelliano, pieno di amara speranza, vede il giovane Giacomino prendere coscienza del suo essere, del suo essere uomo, del suo essere padre e abbandonare quella casa che lo tiene prigioniero, per vivere la sua vita con il figlio e con la giovane madre. Il premio Nobel di Agrigento mostra la sua grande lungimiranza nel prevedere il futuro: ancora oggi si veste dei soliti cenci, unti e bisunti. Una società quindi letta con la mostruosità di giganti opprimenti, presenti, determinanti, dequalificanti.

Fabio Grossi Con Leo Gullotta in scena ci saranno Liborio Natoli, Rita Abela, Federica Bern, Valentina Gristina, Gaia Lo Vecchio, Marco Guglielmi, Valerio Santi e Sergio Mascherpa. Le scene e i costumi dello spettacolo prodotto da Enfi Teatro sono di Angela Gallaro Goracci, le musiche di Germano Mazzocchetti e le luci di Umile Vainieri.


da AMAT
Associazione Marchigiana Attività Teatrali
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-12-2019 alle 13:23 sul giornale del 28 dicembre 2019 - 595 letture

In questo articolo si parla di teatro, matelica, spettacoli, amat, Associazione Marchigiana per le Attività Teatrali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bevX





logoEV