Per Matelica: "La Procaccini infila un errore dietro l'altro"

Matelica, piazza 3' di lettura 28/12/2019 - La Procaccini smentita dai suoi. Doveva essere la personalità forte di questa amministrazione, ma sta infilando un errore dietro l’altro e si ritrova, evidentemente, isolata. Già in consiglio comunale la frattura della maggioranza è evidente e oggi (27 dicembre) la cosa si è palesata nuovamente.

Qualche giorno fa, infatti, l’assessora a tutto ha convocato una riunione che si è svolta stamattina con i genitori dei bambini della scuola materna che frequentano il plesso di via Bramante (al container, per intenderci). All’ordine del giorno, così come da convocazione, c’era la discussione per “valutare l’eventuale spostamento da via Bramante a via Bellini”.

Una decisione che, in realtà, la Procaccini aveva già preso, tanto che lo diceva trionfalmente in campagna elettorale. Ebbene stamattina ha preso la parola il sindaco che ha detto di aver sentito delle voci, dei rumors, circa lo spostamento delle scuole e che quella riunione era stata convocata per smentirle. Caro Baldini le voci le ha messe in giro quella accanto a te, la stessa Procaccini che ha convocato la riunione. Alla fine, grazie al buon senso dei genitori, i bambini fortunatamente non si sposteranno e rimarranno nello stabile di via Bramante che è più sicuro. Non si tratta di politica, ma di saper vedere sul serio quali siano le necessità delle famiglie e la sicurezza è la prima e in assoluto la più importante. La Procaccini ha pensato che questa sua decisione sarebbe stata salutata con giubilo dai genitori, ci ha caricato sopra tutta la sua campagna elettorale. Ora che è diventata assessora voleva tutto il consenso possibile, ma le è andata assai peggio di quello che si aspettava. Perché non sa fare il suo lavoro.

È un’assessora ai lavori pubblici, all’istruzione, alla ricostruzione (e molte altre cose) che non sa nemmeno cosa sia la vulnerabilità sismica di un edificio, visto che non ha voluto rispondere a semplici domande in merito. Un’assessora che probabilmente si dovrebbe occupare di altro, visto che ha voluto mettere 900.000 euro in bilancio per adeguare sismicamente la scuola e oggi ha dichiarato che quei soldi non ci sono. E quindi l’assessore al bilancio cosa fa? E poi cosa ci hanno fatto votare, quindi, in consiglio comunale? Un bilancio fantasioso. Come sempre questa amministrazione si contraddistingue per incapacità di prendere decisioni. Tirano il sasso, ascoltano gli umori dei social e poi, a comando, ritirano la mano. Siamo sicuri che siano i migliori per governare? Questa è la politica, scegliere per i cittadini che hanno demandato agli amministratori l’onere delle decisioni. La Procaccini non lo sa fare e più volte anche oggi ha chiesto ai genitori di scegliere. Chiaramente è in rotta di collisione anche con il Sindaco che spesso è lasciato all’oscuro delle decisioni, come in questo caso. Matelica ha decisamente bisogno di altro.


da Per Matelica
Gruppo consiliare di minoranza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-12-2019 alle 21:13 sul giornale del 30 dicembre 2019 - 1298 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bex1





logoEV