Ridefinita la concessione del Cas, Battistoni (FI) interroga il governo

Terremoto 1' di lettura 07/02/2020 - Con l'ordinanza del capo dipartimento di Protezione Civile, la numero 614 del 12 novembre 2019, il governo ha ridefinito la concessione del CAS, il contributo di autonoma sistemazione destinato ai nuclei familiari per le 4 Regioni colpite dal sisma.

In questa ordinanza l'erogazione del contributo è stata vincolata alla permanenza delle famiglie all'interno della propria regione. Ci si è dimenticati, però, dei comuni di confine. In questo caso ad esempio, nelle Marche, il comune di Maltignano, ha più vicino il confine abruzzese rispetto alle cittadine marchigiane. Così molte famiglie, pur di non lasciare il centro gravitazionale nel proprio comune, hanno spostato la propria abitazione nel vicino Abruzzo.

Queste famiglie oggi, interpretando in maniera restrittiva l'ordinanza, non potrebbero usufruire del CAS, benché anche l'Abruzzo sia interessato dall'ordinanza. I primi cittadini di questi comuni marchigiani hanno più volte sollecitato il governo su questo tema, ma non hanno mai ottenuto risposte. Pertanto ho presentato un'interrogazione al governo, in cui ho chiesto una nuova interpretazione della norma contenuta nell'ordinanza, al fine di agevolare anche le famiglie nei territori di prossimità, senza doverle costringere a partire e lasciare i propri luoghi.


da Francesco Battistoni
Forza Italia Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2020 alle 12:55 sul giornale del 08 febbraio 2020 - 817 letture

In questo articolo si parla di terremoto, politica, battistoni, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfZ3





logoEV