Da Londra a Matelica: arriva il concerto dei Nine Below Zero

3' di lettura 11/02/2020 - Sabato 15 febbraio Nine Below Zero, cult band londinese che ha scritto un pezzo di storia del British Blues con il suo esplosivo mix di blues, rock e rhythm and blues, arriva sul palco del Teatro Piermarini di Matelica nella stagione promossa dal Comune con l’AMAT per uno degli eventi internazionali più importanti della stagione Winter di San Severino Blues.

Dopo aver celebrato in tour nel 2019 i 40 anni di carriera, i Nine Below Zero ritornano alla grande con i fondatori Dennis Greaves, chitarrista e cantante front-leader della band, e Mark Feltham e la sua inconfondibile armonica, a presentare il nuovo clamoroso disco Avalanche.

La loro carriera artistica iniziò controcorrente quando, in piena era punk, con uno stile mod s’inspirarono al Chicago Blues di John Mayall e di Sonny Boy Williamson, da una canzone del quale presero il nome. Alexis Corner, padre del British Blues, quando li ascoltò dal vivo all’inizio della loro attività, dichiarò che i Nine Below Zero erano la band più eccitante dai tempi dell’esordio dei Rolling Stones. Una carriera artistica ricca di dischi, dal mitico primo album Live at Marquee, pietra miliare della storia del rock blues, a Don’t point your finger, On the Road Again, Third Degree, Refrigerator, fino all’acustico Chilled con la presenza di ospiti speciali come Paul McCartney e Robbie McIntosh (Pretenders). Nel 2010 hanno festeggiato 30 anni di attività con l’album It’s Never Too Late, un disco ruspante che pesca alle radici del rock, blues e rhythm and blues, un lavoro nel quale Dennis Greaves si conferma come uno dei migliori chitarristi inglesi, con il suo stile che unisce la cultura mod ad una viscerale passione per la musica nera, e Mark Feltham è l’armonicista fenomenale e originale, che oltre a caratterizzare il sound della band, ha lasciato il suo marchio di fabbrica in dischi di artisti quali i Talk Talk, Oasis, Joan Armatrading, Joe Cocker, Tom Jones.

Hanno una storia ricca di concerti, grandi festival, collaborazioni live e tour con The Who, The Kinks, Alexis Korner, Alvin Lee, Eric Clapton, Sting, Chuck Berry, Gerry McAvoy, Brendan O’Neill, Ray Davies, Ben Waters, The Stranglers, Glenn Tilbrook. Una grande storia suggellata dalla partecipazione nel giugno 2016 a Glastonbury, il più importante festival estivo inglese, tra i primi nel mondo, e dall’album di cover 13 Shades of Blue. Presentano dal vivo, con una band allargata a giovani talenti, Avalanche, il disco d’inediti uscito ad ottobre 2019. Nelle 12 canzoni dell’album la musica dei Nine Below Zero è più ampia e attuale grazie ad arrangiamenti dove sono presenti, per la prima volta, ottoni, tastiere e voci di supporto, che danno nuova vita al classico suono R&B della band. La felice ispirazione musicale di Dennis Greaves è nata dall’ambiente creato dai giovani coinvolti nella registrazione, in particolare dalla folk singer Charlie Austen, alla quale è stata affidata la voce principale in due brani. I contenuti traggono spunto dall’attuale situazione sociale e politica con argomenti che trattano di austerità, governo, finzione e ossessione dei social media, ma anche di elementi e storie più personali.

Sul palco del Piermarini una grande band composta da: Dennis Greaves (chitarra/voce), Mark Feltham (armonica/voce), Charlie Austen (voce), Tom Monks (tastiere/chitarra), Ben Willis (basso) e Sonny Greaves (batteria). Ingresso posto unico numerato 15 euro ridotto 12 euro. Vendita presso botteghino teatro 0737 85088, prenotazioni al n 339 6733590, prevendita online e nei punti vendita Vivaticket. Inizio concerto ore 21.15.


da AMAT
Associazione Marchigiana Attività Teatrali
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2020 alle 12:12 sul giornale del 12 febbraio 2020 - 606 letture

In questo articolo si parla di teatro, matelica, spettacoli, amat, Associazione Marchigiana per le Attività Teatrali, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bf0m





logoEV