Coronavirus: Matelica conta 7 casi positivi. Il Comune: "Dobbiamo essere ancora forti in questa nuova fase"

Matelica, piazza 2' di lettura 18/05/2020 - Sono trascorse due settimane da quando è partita, il 4 maggio scorso, la fase due dell’emergenza Covid-19. Il giorno 11 maggio, a distanza di una settimana dall’apertura di parchi, cimiteri, cantieri e molte attività economiche, abbiamo tenuto un incontro del C.O.C. (Comitato Operativo Comunale) per valutare l’impatto della cittadinanza con le nuove concessioni e verificare se si poteva continuare con l’apertura o fare restrizioni. Le forze dell’ordine e i vari componenti il COC hanno relazionato ed espresso le loro considerazioni nel complesso positive.

Lunedì 18 maggio 2020, dopo due settimane dall’inizio della fase 2, possiamo dire che il comportamento dei cittadini matelicesi si è mantenuto nella corretta osservanza delle normative dell’emergenza sanitaria.

Dall’ultimo report pervenuto dalle autorità sanitarie regionali risultano 7 casi positivi di cui uno fuori comune e 7 casi in isolamento precauzionale domiciliare.

Oggi si completa gran parte di quanto previsto nella seconda fase, infatti riapriranno molte attività economiche tra cui ristoranti, bar e molte attività di servizio alla persona tra cui parrucchiere, estetiste e tatuatori. A tutti gli esercenti auguriamo un proficuo lavoro ed ai cittadini un invito a sostenere tutte le realtà economiche cittadine. Continueranno e saranno rafforzate le azioni di controllo da parte delle forze dell’ordine affinché venga rispettato quanto prescritto per evitare i contagi: no agli assembramenti, rispetto delle distanze, obbligo delle mascherine nei luoghi chiusi come negozi – centri commerciali – uffici – ecc, obbligo delle mascherine all’aperto se non c’è il rispetto della distanza, lavare spesso le mani.

Si potrà circolare nella regione senza autocertificazione; oramai penso che tutti sappiamo quello che si deve fare. Oggi riaprono anche le chiese; abbiamo visto che tutte si sono adeguate per il rispetto delle norme previste con il distanziamento dei banchi, l’utilizzo delle mascherine, l’utilizzo dei prodotti sanificanti, una parte di questi prodotti sono stati donati dall’azienda matelicese Fidea. La C.E.I. ha diramato un preciso protocollo di comportamento pertanto tutti i fedeli debbono rispettare le indicazioni. Rinnoviamo le raccomandazioni che abbiamo sempre rivolto a tutti i cittadini da quando è partita questa emergenza sanitaria; ricordiamo che purtroppo il Coronavirus è ancora fra noi e quindi dobbiamo tenerlo più lontano possibile. Dobbiamo tenere presente quanto ci è costato il “io resto a casa” per due mesi, dobbiamo essere ancora forti e rispettare la nostra salute e quella degli altri.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2020 alle 11:31 sul giornale del 19 maggio 2020 - 2088 letture

In questo articolo si parla di attualità, matelica, comune di matelica, comunicato stampa, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blTF





logoEV