L'entroterra incide sulle Regionali nel maceratese: Marinelli, Pasqui e Corradini al top nelle rispettive liste

1' di lettura 21/09/2020 - Devono ancora concludersi gli spogli delle elezioni regionali, ma emerge già un primo dato significativo.

L'entroterra maceratese, colpito dal sisma del 2016, sta incidendo in maniera importante nella circoscrizione maceratese che ha incoronato Acquaroli presidente della regione.

Spicca infatti il risultato di 3 candidati nelle rispettive 3 liste. Renzo Marinelli, sindaco di Castelraimondo, è stato protagonista di un testa a testa nelle preferenze della lista della Lega maceratese, con 3710 voti, a dispetto dei 3817 voti dell'ex primo cittadino di Cingoli Filippo Saltamartini e i 2507 di Anna Menghi.

Gianluca Pasqui, ex sindaco di Camerino, è invece al top nella lista maceratese di Forza Italia, con 2203 voti. Al suo seguito il primo cittadino di Civitanova Fabrizio Ciarapica con 1733 voti e Raffaele Delle Fave con 840.

Flavio Corradini, ex rettore Unicam, è il secondo più votato nella lista di Italia Viva con 1718 voti, con l'ex sindaco di Recanati Francesco Fiordomo che è arrivato primo con 2245 voti.

Significativo anche il risultato ottenuto dal "sindaco del terremoto del '97" (di Serravalle) Venanzo Ronchetti, primo nella lista maceratese di Rinasci Marche in appoggio a Mangialardi. Per lui 591 preferenze. Da segnalare pure il buon risultato del sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi, che con 2059 voti guida la lista maceratese Civitas Civici.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2020 alle 23:17 sul giornale del 22 settembre 2020 - 4890 letture

In questo articolo si parla di politica, castelraimondo, camerino, regionali, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwFP





logoEV