...

Si è svolta nella serata di martedì una riunione dei gruppi M5S della provincia di Macerata tra i candidati alla carica di Consiere Regionale, gli attivisti e i simpatizzanti del MoVimento per discuterete di problemi ambientali: bacino idrico del basso Chienti, rigassificatore di Porto Recanati, inquinamento da campi elettromagnetici ed erosione costiera; queste alcune delle tematiche che verranno portate direttamente all’attenzione del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa.


...

L'Art. 201 del Decreto Rilancio assegna altri 40 milioni al fondo Salva Opere, nato a seguito della vicenda della Quadrilatero che ha fatto da apripista per una norma che ora tutela imprese e lavoratori in tutta Italia. Il "modello Quadrilatero", che abbiamo creato tra lo scetticismo di molti, compresi alti dirigenti statali, ora è diventato uno dei meccanismi per assicurare la tenuta sociale.


...

Il Commissario straordinario Legnini, dando seguito con l'ordinanza 94 alle norme approvate da tempo dal Parlamento, ha trasferito agli uffici regionali per la ricostruzione i primi 50 milioni di euro per pagare l'anticipo del 50% sulle spettanze dei professionisti impegnati nella redazione dei progetti.



...

"Bene la tempestività di Cassa Depositi e Prestiti di mettere in atto le misure presenti nel Decreto Sisma dello scorso dicembre, per posticipare negli anni il pagamento delle rate dei mutui aperti dagli enti locali nelle aree colpite dal sisma e di dare un forte sostegno alle imprese colpite dagli effetti economici della diffusione del Coronavirus sono estremamente importanti e dimostrano la sensibilità di questo soggetto nei confronti del tessuto economico e sociale del Paese" così Patrizia Terzoni, vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera, commenta la decisione di Cassa Depositi e Prestiti di garantire il posticipo delle rate dei mutui aperti da migliaia di enti locali nelle aree colpite dal sisma e di sostenere le imprese italiane in un momento delicato come questo.


...

Proprio venerdì abbiamo accolto con grande soddisfazione la notizia da parte del Commissario uscente di una serie di ordinanze che mettono a sistema il cambio di normative adottate dal nostro Governo per invertire l’ormai tragica situazione della ricostruzione. Un compito non facile in venti mesi di governo per sistemare la mala gestione dei due anni che lo hanno preceduto.