La Vice Presidente della Commissione Sanità al Consiglio regionale, Elena Leonardi, (Capogruppo di Fratelli d' Italia) interviene in merito alla notizia circa la firma di un protocollo di intesa Marche-Umbria per l'assistenza di persone delle zone colpite da eventi sismici e dal maltempo.


Ospedale di San Severino Marche. Il Presidente, nonché Assessore alla Sanità, Luca Ceriscioli mantenga le promesse fatte e l’accordo sottoscritto il 18 aprile con il Sindaco della città.


Il direttore dell'Ufficio speciale per la Ricostruzione post sisma ha incontrato una delegazione della rete 'Terre in moto' che mercoledì mattina ha organizzato un sit in davanti al palazzo della Giunta della Regione Marche. Cesare Spuri ha illustrato la situazione e il lavoro della Regione in questi mesi di emergenza.


Nuovo Progetto Matelica scrive al direttore generale dell'Area Vasta 3. L'intento della lettera è quello di rappresentare le lamentele del gruppo consiliare, di molti cittadini matelicesi e dei comitati Cittadinanza Attiva e Tribunale del Malato.


Il Presidente della Provincia di Macerata ha portato tutte le criticità post terremoto sul tavolo della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati insieme a Giuseppe Rinaldi e Renzo Di Sabatino rispettivamente Presidenti delle Province di Rieti e Teramo in rappresentanza dell’UPI.


Visita istituzionale del capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati, onorevole Fabio Rampelli, nella città di San Severino Marche. Accompagnato dal coordinatore regionale di Fdi - An, Carlo Ciccioli, dal consigliere regionale Elena Leonardi, dal responsabile dell’organizzazione di Fratelli d’Italia nelle Marche, Angelo Bertoglio, e dal coordinatore locale, Fabio Verbenesi, il deputato è stato accolto dal consigliere comunale con delega alla Sicurezza e alla Polizia Locale, Jacopo Orlandani, che ha portato i saluti del sindaco e dell’Amministrazione comunale.


“La vastità dei danni inflitti dal sisma alla nostra provincia non lasciano spazio a pensieri ottimistici.” Ha esordito così Pettinari al tavolo istituzionale per lo sviluppo economico riunitosi ieri pomeriggio che lo stesso Presidente aveva istituito al suo insediamento nel 2011.


La riorganizzazione della gestione del servizio idrico non sta passando sotto nessun preoccupante silenzio.


Sui rimborsi delle strutture alberghiere della che ospitano i cittadini sfollati dalle zone terremotate i conti non tornano, soprattutto per i gestori.


Quella votata martedì in Consiglio Regionale per la Lega Nord Marche è una vera e propria "schiforma".


Abbiamo presentato un’interrogazione al Consiglio dei Ministri sui ritardi nella gestione dei moduli abitativi per i terremotati della Regione Marche. In base alle segnalazioni che abbiamo raccolto ci risultano notizie molto gravi ancora una volta sulla gestione dell’emergenza terremoto con la conseguente richiesta della Regione di prorogare l’ospitalità presso gli alberghi della costa fino al prossimo dicembre.


Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...
Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...

“Questo non è il tempo delle contrapposizioni, ma quello della ricerca di soluzioni che consentano ai cittadini di non abbandonare le aree montane”.


Sotto un silenzio preoccupante le istituzione pubbliche (leggi Politici professionisti e Partiti) stanno mettendo a punto nel territorio maceratese la riorganizzazione del Sistema Idrico Integrato, affidata all’ATO3, un ente che associa 48 comuni, 42 del Maceratese più altri 6 comuni di Ancona sud.


Un altro caso di burocrazia che fa danni, a volte peggio di un terremoto. A sollevare un nuovo caso sono i consiglieri regionali della Lega Nord e Forza Italia, sulla situazione di un allevatore terremotato di Sarnano.


Il Parlamento Europeo sta discutendo una norma sul copyright. Anso lancia un appello agli europarlamentari italiani perché si attivino a tutela delle realtà editoriali.


“I recenti eventi sismici, combinati anche a gravi fenomeni meteorologici, rendono necessaria una forte azione di tutela e rilancio delle attività turistiche nei territori direttamente ed indirettamente colpiti”.


Apprendo dalle cronache locali, pur essendo un consigliere comunale di Camerino, che la mia città ha presentato una proposta di legge per l’istituzione di una zona franca, addirittura “chiavi in mano”. Mani di chi? Non si sa.


Stiamo analizzando una situazione eccezionale che ha visto il verificarsi di una condizione metereologica senza precedenti anche perché concomitante con un nuovo sciame sismico.


Martedì la notizia che la Regione Marche, a tre mesi dall’ultima potente scossa di fine ottobre, ha deciso di interrompere il contratto con l’azienda incaricata di costruire le cosiddette “stalle provvisorie” per i comuni terremotati.


I punti nascita delle Marche vanno potenziati, è necessario istituire a breve almeno un nuovo reparto di Terapia Intensiva Neonatale ed è possibile ripristinare i punti nascite di Osimo e San Severino con il parere del “Comitato Percorso Nascita Nazionale”.


Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, ha approvato un decreto legge per la realizzazione di nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e delle attività produttive colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017 accogliendo gran parte delle istanze proposte dall'Anci nel corso dell'incontro a Palazzo Chigi con il sottosegretario Maria Elena Boschi.


Mentre la terra continua a tremare, il Governo ha licenziato un nuovo Decreto Terremoto, il terzo dalla prima scossa del 24 agosto che contiene importanti strumenti di semplificazione amministrativa, garantendo nuovi fondi per la messa in sicurezza, l'avvio della ricostruzione, l'aiuto alle imprese e ai terremotati delle Marche e del Centro Italia.


Visita istituzionale del consigliere regionale Elena Leonardi, presidente del Gruppo consiliare Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale e vice presidente della IV Commissione consiliare permanente in Regione Marche, al Comune di San Severino.


Dopo le promesse bisogna passare ai fatti. Non si puo' accettare che ancora molti terremotati vivano in condizioni poco dignitose. Bisogna smetterla di nascondersi dietro la burocrazia e velocizzare i tempi per la consegna dei contaniers e delle casette.


Mercoledì 1 febbraio 2017, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, si è tenuta la conferenza stampa “#RiparTiAmo, Italia” dell’associazione politica giovanile Blu Lab.


Il Senato ha approvato un Odg della senatrice Serenella Fucksia (Gruppo Misto) relativo al ddl di riordino della Protezione Civile.


“Convivere con il terremoto: sicurezza degli edifici pubblici e privati”. Su questo importante argomento si confronteranno, giovedì 2 febbraio alle ore 21 nel Salone Aurora- Complesso Sant’Agostino, durante un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Mondolfo, il Presidente del Consiglio Regionale della Regione Marche, Antonio Mastrovincenzo, il Presidente Nazionale degli Ingegneri per la Prevenzione e le Emergenze, l’ing. Patrizia Angeli e gli ingegneri Alessandro Bianchi ed Andrea Canucoli che stanno seguendo tematiche legate alla sicurezza nel territorio comunale.


Pieno appoggio alla manifestazione a sostegno dei terremotati che si svolge a Roma giovedì 2 febbraio dalle ore 10 in piazza di Montecitorio è stato espresso da Barbara Cacciolari, vicecoordinatore regionale di Forza Italia.


Da anni il Comitato Salva Salute tenta di mettere in guardia la cittadinanza e le amministrazioni locali in merito alla pericolosità dell'attività della cementeria di Castelraimondo.


Martedì (31 gennaio) alle 16, il ministro Valeria Fedeli incontrerà le segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio oltre ai rispettivi responsabili degli Uffici Scolastici Regionali per esaminare le problematiche della scuola nelle regioni strette tra l'emergenza terremoto e l'emergenza neve.


Condivido una cosa con la relazione fatta dal presidente Ceriscioli, ossia che in questo caso sulla tragedia che ha investito la regione Marche non è il caso di fare speculazione, mandare messaggi sbagliati o strumentalizzare quanto accaduto.


Ci sono stati dei motivi per i quali la gestione dell’emergenza nelle Marche è stata fallimentare. Perché non ci si può prendere in giro, si tratta di un fallimento.


Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli è intervenuto all'incontro con il presidente della Repubblica Mattarella e i sindaci del maceratese (leggi).


"Il terremoto ha fatto crollare gli edifici ma non è riuscito a distruggere l'enorme patrimonio culturale e umano dell'Università di Camerino, fondamentale per questo territorio, che con tenacia e ostinata speranza ha ripreso la sua intensa attività."


L’Associazione Italia Nostra Onlus ha partecipato con un proprio rappresentante alla Conferenza dei Servizi che si è svolta il 26 gennaio per procedere al riesame dell’autorizzazione ambientale integrata per il cementificio ex Sacci, impianto di Castelraimondo.