...

Senza far prevalere alcuna visione morale, religiosa o politica, bensì in modo oggettivo tenendo conto di posizioni anche trasversali ma quanto mai sentite e soprattutto per dare voce alle lamentele di molti cittadini, si deve dar atto che il cimitero settempedano versa da anni in uno stato di totale degrado.




...

Nonostante le agevolazioni stabilite con la delibera 252/2017, che esenta i terremotati con casa inagibile (e quindi anche chi oggi abita nelle Soluzioni abitative di emergenza) dal pagamento dell'attivazione e dei costi fissi delle bollette (acqua, luce e gas) per tre anni dal giorno del sisma, in alcune delle S.a.e. è stata interrotta l'erogazione del gas metano da parte di Eni Gas e Luce.


...

Con gioia abbiamo accolto la notizia che le Clarisse del Monastero della Beata Mattia hanno aperto alla speranza di riaprire la chiesa-santuario di Matelica. Ogni cittadino matelicese sa che il bene preziosissimo della Beata Mattia è un bene di tutta la collettività anche al di fuori della nostra città.


...

“E’ stato approvato l'emendamento che destinerà 85 milioni di euro frutto dei risparmi e dei tagli ‘anti-casta’ della Camera dei Deputati per la ricostruzione delle zone del centro Italia colpite dal terremoto”, spiega Patrizia Terzoni, Vicepresidente della Commissione Ambiente alla Camera.


...

L’amministrazione comunale di Matelica sta mettendo a punto, insieme alle clarisse del Monastero della Beata Mattia, una serie di iniziative volte a promuovere la campagna di raccolta fondi per ristrutturare la chiesa dov’è custodita l’urna con il corpo della beata, inagibile da due anni in seguito al sisma che ha duramente colpito la cittadina del Maceratese.


...

Molti si sono occupati, o si stanno occupando, della ricostruzione del Centro Storico con valutazioni differenti, che, sostanzialmente, convergono su tre punti: attaccare la zona rossa da più parti, dare priorità ai luoghi di aggregazione, creare vie di fuga.


...

"Esprimo soddisfazione per aver contribuito a mettere un altro tassello per favorire la ricostruzione nel mio territorio e nelle altre aree dell'Appennino colpite dal sisma del 2016" commenta così Patrizia Terzoni, vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera, la delega del Governo a Vito Crimi per seguire la ricostruzione.




Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...


...

Proprio mentre si moltiplicano, purtroppo, i casi di Soluzioni Abitative di Emergenza che presentano gravissimi problemi di vivibilità arriva in Consiglio Regionale la discussione sulle "casette" marce elaborata dalla capogruppo di Fratelli d'Italia Elena Leonardi.




...

“Nelle Marche c’è un detto che dice ‘a parlare non si fa fatica’. Lo tengano a mente i forzisti marchigiani quando sul terremoto distorcono la realtà dei fatti per guadagnarsi due righe in cronaca”. Paolo Arrigoni, senatore della Lega responsabile del partito nelle Marche commenta con durezza l’uscita dei forzisti Cangini, Baldelli e Fiori che accusano il Governo di non dare risposte ai terremotati.




...

E’ di pochi giorni fa la notizia che l’amministrazione Comunale ha accolto, seppur con estremo ritardo, alcune delle richieste avanzate dal Comitato “Concentrico”, una su tutte quella di redigere un documento direttore per quanto riguarda la ricostruzione del centro storico di Camerino come previsto dall’ordinanza n. 39 dell’8 settembre 2017.



...

Si parla molto della tragedia di Genova, ed è un bene. Non si parla affatto dell’assai più vasta tragedia del terremoto del centro Italia. E questo, ovviamente, è un male. È un male soprattutto perché al governo ci sono due partiti profondamente mediatici: quel che non passa in televisione per loro non esiste. Si spiega così la vergognosa inerzia rispetto ai bisogni dei terremotati in generale e di quelli marchigiani in modo particolare. Ben vengano, dunque, servizi come quello fatto da “Le Iene” nei giorni scorsi. Tema: lo scandalo delle casette Sae montate a Vasto e non solo con i tetti già marci. Uno scandalo inaccettabile che, a due anni e mezzo di distanza dalla prima scossa, ha costretto molte famiglie terremotate a lasciare nuovamente la propria terra per tornare negli alberghi lungo la costa. Ieri, per tener desta l’attenzione e mettere il governo di fronte alle proprie responsabilità, ho presentato un’interrogazione parlamentare a riguardo.


...

“Con l’approvazione in aula al Senato del Decreto Genova, avvenuta questa mattina, diventano finalmente efficaci le nuove misure per le aree terremotate del Centro Italia. Innanzi tutto, per i cittadini dei 138 comuni del cratere è stata introdotta la possibilità di regolarizzare i volumi non conformi contenuti entro il 20% dell’abitazione danneggiata, una norma in linea con il piano casa nazionale e che, soprattutto, è fondamentale per sbloccare e accelerare la ricostruzione ferma per responsabilità e incapacità dei governi del Partito Democratico”.





...

"Una nuova sanatoria edilizia: dopo Ischia questa volta è stata pensata per le zone colpite dal terremoto del Centro Italia. Il governo, nel decreto Genova, ha messo in pratica un altro blitz, che non c'entra nulla con la tragedia del ponte Morandi né con la ricostruzione post stima. È solo un nuovo atto di 'ambientalismo da condono' compiuto dall'esecutivo guidato sempre più da Matteo Salvini, che - senza conoscere il limite del pudore - pochi giorni fa ha attaccato un non meglio precisato 'ambientalismo da salotto'.



...

Il pensiero di pagare entro novembre la tassa sui rifiuti per il 2018, e non sarà poco, mi ha fatto venire in mente che nel 1996 fu organizzata, in collaborazione fra Comune e insegnati della Scuola Elementare, una mostra volta a sensibilizzare le giovani generazioni allo sviluppo della differenziata; spero che qualche trentenne ricordi i suoi lavori esposti a Palazzo Ottoni.






...

“La strumentalizzazione politica del terremoto non ha più senso: con la Legge di Bilancio il #governodelbuonsenso dimostra ancora una volta di voler mantenere le promesse. Dopo quelle espresse nel Decreto Genova, continua a dare risposte concrete ai terremotati attraverso misure attese e fondamentali come la proroga dello stato di emergenza, della struttura commissariale e dei contratti del personale”.




...

“A due anni di distanza dal sisma occorre fare il punto della situazione con il nuovo Commissario Straordinario per la Ricostruzione e capire, lavorando insieme, come migliorare le cose. L’incontro di oggi rappresenta anche un’occasione per incontrare i sindaci e ascoltare la voce dei territori. Il sistema in emergenza ha risposto molto bene nell’immediato, però come sempre in Italia il percorso della ricostruzione è difficile e complesso perché il sistema è appesantito da una serie di norme che vanno semplificate”.