San Severino: Pelagalli è scivolato sulla pista ciclofranabile

pista ciclabile 1' di lettura 31/01/2010 - Qualche settimana fa avevo denunciato,  un chiaro smottamento  del terreno su cui poggia la pista ciclabile che dal cimitero urbano di San Michele arriva in località Casette.

Avevo chiesto altresì, l’impegno di un consigliere comunale di opposizione che potesse presentare una interrogazione al fine di approfondire e mettere in sicurezza la pista ciclabile e i cittadini fruitori. Ringrazio quindi il consigliere comunale Alberto Pilato che mercoledì 27 gennaio ha presentato l’interrogazione orale segnalando inoltre che gli smottamenti erano ampiamente prevedibili nel momento stesso in cui si va a progettare una tale opera a ridosso di un fiume e per di più in quel tratto.


Per tutta risposta il neo assessore Pelagalli non trova niente di meglio che rispondere che il sottoscritto fa, testuale parola, “terrorismo”. Intanto, sarebbe auspicabile che un assessore interrogato risponda nel merito della questione sollevata che, invece, esiste ed è anche documentata fotograficamente come detto chiaramente da Alberto Pilato e dai tecnici della Provincia. Non si spiegherebbe, diversamente, perché il cancello d’entrata al percorso è stato, dopo la mia segnalazione, chiuso a chiave.


Ricordo, perché ho seguito l’intervento dell’assessore Pelagalli sull’emittente televisiva Video Tolentino, che l’unico terrorismo lo fai lui ogni volta che aggredisce la lingua di Dante.


   

da Gianluca Gelsomino
     Una forza per cambiare




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2010 alle 14:02 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 903 letture

In questo articolo si parla di attualità, pista ciclabile, san severino, Gianluca Gelsomino, Una forza per cambiare


logoEV
logoEV