Elezioni, Pasqui: il risultato rappresenta la volontà della montagna di non essere dimenticata

pasqui 2' di lettura 06/04/2010 - “E’ stato un grande risultato. Non sufficiente per entrare in Consiglio Regionale, ma abbastanza importante da costituire il punto di partenza di un grande progetto per tutto il territorio provinciale” – così Gianluca Pasqui, dopo una settimana di riposo, ha commentato il risultato elettorale che lo ha visto ottenere 3532 preferenze in Provincia di Macerata.

“Al di là dell’aspetto personale – ha proseguito Pasqui – mi spiace prima di tutto che i marchigiani non siano riusciti a voltare pagina, dando fiducia alla proposta del Popolo della Libertà e dei suoi alleati. Sapevamo, soprattutto dopo il tradimento dell’UDC, che non sarebbe stato facile vincere nelle Marche, ma credo che il buon lavoro, alla lunga, paghi sempre e per questo sono convinto che il PdL, ora, debba lavorare con impegno e serietà per costruire l’alternativa ad una maggioranza che non riuscirà a mantenere le promesse fatte in campagna elettorale”. Il vicesindaco di Camerino, dopo l’analisi del responso elettorale, sposta la questione sul piano personale. Ma, prima, dice di voler ringraziare tutti gli amici che gli sono stati vicini in questi giorni di intensa campagna elettorale e, primo fra tutti, il senatore Salvatore Piscitelli. “Dai tanti complimenti che ricevo – ha affermato Pasqui – mi rendo conto che le 3532 preferenze ottenute, seppur non sufficienti, costituiscono un grande risultato. Rappresentano la volontà di un territorio, quello della montagna, di non essere dimenticato, ma rappresentano anche la voglia di cambiamento, espressa attraverso questo grande consenso ad un giovane di soli trentotto anni”. Il voto della scorsa settimana, dunque, sembra essere l’inizio di un nuovo percorso.


“Nella mia pur breve campagna elettorale – ha proseguito il vicesindaco di Camerino – ho visitato tutti i comuni della Provincia, venendo in contatto con realtà che oggi non mi sento di abbandonare. Partendo dai Circoli del Buon Governo, fino ai gruppi di giovani che mi hanno sostenuto, ho capito che sul territorio c’è molto lavoro da fare. Ci sono esigenze da ascoltare e valutare e voglio farmi interprete di queste realtà, anche se da un banco diverso da quello del Consiglio Regionale”. Sul piano politico, infine, il risultato ottenuto dimostra che il Popolo della Libertà può farsi protagonista di un cammino di vero cambiamento, come dimostra il 42% dei consensi ottenuto, anche grazie alla candidatura di Pasqui, nel Comune di Camerino. “Insieme al senatore Piscitelli – ha concluso Gianluca Pasqui – e ai tanti giovani e meno giovani che nei vari comuni hanno lavorato in campagna elettorale, costituiremo una grande segreteria politica, per rafforzare la presenza sul territorio e mantenere alta la guardia nei confronti di politiche che non rilanciano, ma sviliscono le aree più disagiate della nostra Provincia”.


   

dal Comitato elettorale Gianluca Pasqui




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 16:11 sul giornale del 07 aprile 2010 - 689 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, Gianluca Pasqui, pasqui