Pievebovigliana: festa del Patrono

 festa del Patrono Pievebovigliana 12/05/2010 - I festeggiamenti patronali svoltisi il 2 maggio scorso in onore di S. Macario, protettore di Pievebovigliana, sono stati un’importante occasione di ritrovo e di preghiera per la comunità locale. S.E. l’arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro, accolto con grande cordialità dai presenti, ha celebrato la santa messa.

Nella sua omelia ha richiamato l’importanza di valori come la concordia, la solidarietà ed il mutuo rispetto, che devono assumere un ruolo di primo piano in ogni società e, a maggior ragione, nei piccoli paesi. Al termine della funzione, S.E. ha inaugurato il restauro dell’affresco di S. Lucia, immagine particolarmente cara agli abitanti di Pievebovigliana.

L’opera, che si trova nella cripta della chiesa di S. Maria Assunta e risale al XV secolo, è stata recentemente restaurata da Barbara Cerrina, grazie al contributo economico messo a disposizione dal Comitato per le Feste Triennali del capoluogo. Nonostante il tempo incerto, ha avuto luogo anche la tradizionale processione, che ha portato la statua del santo patrono per le vie del centro, accompagnata dal corteo dei partecipanti e dalla Banda di Pievetorina. Le celebrazioni si sono concluse con il consueto momento conviviale organizzato dai deputati della festa, che hanno offerto una ricca e squisita merenda a tutti gli intervenuti.

Esprimiamo un sentito ringraziamento a S.E. mons. Brugnaro per la sua preziosa presenza, ai deputati della festa per l’impegno profuso, ai volontari della Protezione Civile, ai presenti tutti e a quanti hanno contribuito, in vario modo, alla realizzazione di questa festa, che è parte integrante della nostra storia e della nostra identità sociale.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2010 alle 19:29 sul giornale del 13 maggio 2010 - 728 letture

In questo articolo si parla di attualità, Pievebovigliana, Comune di Pievebovigliana





logoEV