Formaggi d'Autore, a Gualdo i formaggi 'dimenticati'

20/05/2010 -

Protagonisti quest'anno a Gualdo i formaggi "dimenticati". Alla 14a edizione di Formaggi d'Autore, in programma sabato 29 e domenica 30 maggio nella città più golosa delle Marche, una lunga kermesse gastronomica tra i sapori e saperi dell'arte casearia, promossa dall'Associazione Gualdo III Millennio in collaborazione con Slow Food Marche.



Un posto d'onore quest'anno è riservato al Caciofiore dei Sibillini, l'antica caciotta fatta con caglio vegetale che dopo cinquant'anni torna a deliziare i palati di tutti gli amanti del formaggio. Dai tesori ritrovati ai formaggi d'autore. Tra i protagonisti l'asiago stravecchio, il bitto, la mozzarella di bufala campana, il caciocavallo.

"La manifestazione prima di essere gastronomica, è anzitutto culturale" - ha detto il rappresentante Cna Luciano Ramadori - Oltre agli appuntamenti culinari nelle varie osterie del borgo medievale, infatti, una serie di appuntamenti collaterali e culturali. Da opere teatrali sulle energie rinnovabili, al workshop sulle agroenergie, da assemblee sulla qualità alimentare al classico appuntamento con le culture casearie a confronto nei laboratori del gusto.

"Potrebbe entrare nella classifica delle 20 manifestazioni più importanti dei Sibillini e dintorni quella di Gualdo". Lo ha detto il presidente della Provincia Franco Capponi, accennando al progetto strategico sui Monti Sibillini e dintorni. " Che diventi l'unica manifestazione di questo tipo a livello interregionale, senza accavallarsi con altri eventi, magari allungando l'appuntamento a una settimana" - aggiunge Capponi -

Ma il clou del lungo pellegrinaggio per i gourmet sarà sabato 29 maggio (alle ore 18,30), con l'incontro intitolato "Alla scoperta del Caciofiore della Sibilla". Al centro il tesoro ritrovato con la partecipazione dell'esperto culinario Carlo Cambi, di Lucia Bailetti e Claudio Modesti.

Saranno presenti i produttori di Abruzzo, Umbria, Molise, Piemonte, Toscana, Campania ed Emilia Romagna. Le Marche, ovviamente, in testa con una rappresentanza di ben 25 aziende, provenienti da tutte e cinque le province. Tutto per un totale di 40 espositori con il top delle produzioni locali.

Formaggi d'Autore anche quest'anno si colora di verde, sostenendo l'ambiente. Verranno usati piatti completamente biodegradabili e, novità assoluta, sarà creato un apposito spazio per le aziende che puntano alle energie rinnovabili.








Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2010 alle 17:55 sul giornale del 21 maggio 2010 - 733 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, cna, franco capponi, carlo cambi, gualdo, giorgia giannetti, Luciano ramadori