Paralisi al giudice di pace, avvocati minacciano sciopero

giudice 2' di lettura 08/07/2010 -

Una settimana di sciopero generale da tutte le attività giudiziarie a settembre, la conferma dell’astensione dalle udienze davanti al giudice di pace di Camerino dal 19 al 25 luglio prossimi e la formazione di una delegazione di avvocati (gli eletti al consiglio dell’ordine camerte più alcuni volenterosi) “rinforzata” dai politici locali, per parlare con il presidente della Corte di appello, Angeli: sono queste le decisioni scaturite dall’assemblea indetta ieri mattina, dal presidente dell’ordine forense di Camerino Corrado Zucconi, per iniziative di protesta, data la difficile situazione dell’ufficio del giudice di pace.
 



“Siamo alla paralisi, è mortificante e scandaloso che un reato penale si prescriva davanti al giudice di pace, ufficio pensato per essere più spedito del tribunale”, ha detto Zucconi. Dal pensionamento della dott.ssa Buresti, lo scorso marzo, l’ufficio camerte è affidato con provvedimento di reggenza firmato dal presidente del Tribunale Sergio Fusaro al dott.Casadidio, unico giudice di Pace a San Severino. Si stima che siano circa 800 i provvedimenti pendenti nell’ufficio camerte. Il 5 ottobre prossimo il suo incarico scadrà, ed il magistrato a fine dicembre cessa dal suo incarico in modo totale.

ï»Zucconi ha proposto di prendere in considerazione la soluzione della “supplenza extracircondariale”, nominando da parte del presidente della corte di Appello, un giudice supplente preso dagli uffici del giudice di pace di Cingoli, Tolentino o Macerata, che possa essere applicato a Camerino, in modo da risolvere la situazione di paralisi. Il presidente del tribunale, Fusaro, ha spiegato che il suo potere è limitato alla possibilità di un incarico di reggenza, suggerendo la possibilità di pubblicare i posti vacanti, aprendo una lunga procedura concorsuale per conferire un incarico definitivo, dicendo di essersi attivato da tempo, anche parlandone con il presidente della corte d’appello Angeli, al quale la difficile situazione del tribunale di Camerino, sotto organico per l’assenza dei giudici Bellesi (in aspettativa per maternità) e Tosti (sospeso per procedimento giudiziale).

ï»Fusaro ha spiegato di aver preso provvedimenti per tamponare la situazione, redistribuendo il carico di lavoro. Dario Conti, sindaco di Camerino, ha spiegato di aver incontrato lunedì con il vicesindaco Pasqui il sottosegretario Letta, a cui è stata presentata anche questa situazione. Cesare Martini, sindaco di San Severino ha parlato della necessità di fare sinergia, conservando l’ufficio settempedano del giudice di pace.
ï»






Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2010 alle 17:31 sul giornale del 09 luglio 2010 - 1003 letture

In questo articolo si parla di cronaca, san severino marche, monia orazi, giudice di pace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/10





logoEV
logoEV