Tango y mas: torna il festival internazionale di musica, danza e poesia

2' di lettura 15/07/2010 -

Non solo tango, non solo nelle Marche. Il fascino della danza riopaltense e del bandoneòn del Maestro Héctor Ulises Passarella colpiscono ancora e oltrepassano i confini, penetrando nel territorio umbro. Dopo il successo delle tre passate edizioni Tango Y Mas, festival internazionale della musica, danza, poesia rioplatense e tanto màs, diventa itinerante e punto d’incontro tra ben cinque comuni della Provincia.



Un festival itienrante da da San Ginesio (serata di apertura il 31 luglio, 4 e 7 agosto) a Porto Recanati (1 agosto), da Tolentino (8 agosto) a Belforte del Chienti (10 agosto) da Pioraco (11 agosto) a Sarnano (14 agosto) fino a Norcia, il 13 agosto.

“E’ il fiore all’occhiello delle attività della stagione estiva, con la consacrazione quest’anno di tanti altri comuni che hanno voluto essere coinvolti” – ha detto Tiziana Tombesi - Un riconoscimento di professionalità grazie al motore del festival, Ulises Passarella, terzo bandoneoista al mondo, famoso per aver interpretato la colonna sonora del film Il Postino.

“Un festival che è nato sotto ai miei occhi, e non ci è voluto molto a capire che il suo destino fosse quello di crescere” – continua il Prefetto Vittorio Piscitelli – Una quarta edizione dall’atmosfera internazionale. Tanti straordinari nomi come quello della coinvolgente pianista argentina Cecilia Pillado, di Roberto Passarella nella sua prima pièce teatrale dal titolo “Arthur, Fierezza d’Eros” con tre attori, bandoneòn, pianoforte e violino, e la partecipazione di Rodolfo Craia. Attesissimo l’arrivo della cantautrice uruguayana Malena Muyala, nota in America Latina per il suo inconfondibile modo di sussurrare il tango. Ancora nuovi ballerini e coreografi come l’uruguayana Laura Legazcue, l’argentino Ariel Pèrez, oltre i già noti Margarita Klurfan e Laura Francia.

Per la gioia del direttore artistico Passarella, che si definisce uno degli ultimi superstiti del tango, nella prima e seconda serata si costituirà un’orchestra di 25 elementi, con ben dieci suonatori del bandoneòn, quasi tutti allievi provenienti dal Centro del Bandoneòn di Roma. “Quest’anno è un evento che coinvolge tutta la provincia. Quando siamo andati a Roma per la presentazione del festival non immaginavo che ci fosse così tanto interesse per il tango. Più che essere un festival della danza è un festival culturale e, si sa, le attività culturali solitamente hanno vita breve qui in Provincia per le spese che devono sostenere le amministrazioni comunali. Ma noi faremo di tutto per continuare questa bella manifestazione” – ha detto il sindaco di San Ginesio Mario Scagnetti.








Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2010 alle 18:12 sul giornale del 16 luglio 2010 - 459 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, giorgia giannetti, tiziana tombesi, rodolfo craia, vittorio piscitelli, ulises passarella, giuseppe belloni, roberto passarella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/agy





logoEV
logoEV