San Ginesio: ricordar cantando canzoni e canzonette

musica 2' di lettura 23/08/2010 -

Ideato e realizzato da Piero Cesanelli. Musicultura è ormai una delle rassegne musicali più rilevanti in Italia, giunta alla sua XXI edizione, è un appuntamento verso cui si rivolge l’attenzione del pubblico e del circuito mediatico.



Non poteva mancare pertanto all’incontro con i BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA per rafforzare il legame con il proprio territorio ma anche per entrare in contatto con realtà diverse, contenitori di altrettanta cultura. L’appuntamento con La Compagnia di Musicultura è sabato 4 settembre a San Ginesio, in Piazza Gentili alle ore 21.30, con ingresso libero.


Musicultura sarà presente con la sua produzione Ricordar cantando canzoni e canzonette: una proposta a cura del direttore artistico del festival Piero Cesanelli, che è anche autore dei testi insieme a Carlo Latini.


“Ricordar cantando” è un insolito percorso musicale che consentirà al pubblico di rivivere l’atmosfera effervescente e rivoluzionaria degli anni ’50 e ’60, mediante l’uso di parole, immagini video e fotografiche di quegli anni, ma soprattutto attraverso quelle “canzoni e canzonette” attinte sia dal repertorio italiano che internazionale. E così la magia della musica darà il via ad un emozionante viaggio per un’operazione della memoria, ma soprattutto per offrire un momento culturale significativo per riflettere su un periodo decisivo della storia dell’Italia e del mondo attraverso le spensierate melodie di “Que serà serà” fino a quelle più ballerine-rock’n’roll di brani come “Little darling” e “Diana”, spaziando anche tra le note più malinconiche di “Ritornerai” di Bruno Lauzi, “Io che non vivo” di Pino Donaggio, “Senza fine” di Gino Paoli per arrivare ai Beatles, B.E. King, Bob Dylan e a tante altre canzoni che sono state i tasselli del mosaico musicale degli anni ’50 e ’60. Gli anni ‘50 sono gli anni dei sacrifici e del lavoro tenace per la ricostruzione del paese, tra scontri politico-ideologici e volontà collettiva di riscatto sociale. Gli anni ’60 vedono l’acuirsi del contrasto tra conservatorismo e innovazione, un contrasto reso effervescente dal decollo della società industriale e da una ventata di creatività in svariati campi (il cinema, la letteratura, la musica) fino a produrre la rottura del ‘68. Ma questa è un’altra storia…


“LA COMPAGNIA”
ADRIANO TABORRO chitarre violino mandolino
PAOLO GALASSI basso chitarre mandolino slide guitar
KASTA voce chitarra armonica
RICCARDO ANDRENACCI percussioni
ALESSANDA ROGANTE voce chitarra
VALENTINA GUARDABASSI voce
ELISA RIDOLFI voce
GIULIA MATTUTINI voce
FRANCESCO CAPRARI voce
EL CHOPAS voce chitarra
MARUMBA tastiere keyboard
PIERO CESANELLI voce chitarra arrangiamenti

GIULIA POETA, MAURIZIO MARCHEGIANI narratori
ANDREA POMPEI montaggio audio video fotografico


   

dal Comune di San Ginesio




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2010 alle 16:58 sul giornale del 24 agosto 2010 - 536 letture

In questo articolo si parla di attualità, san ginesio, Comune di San Ginesio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/brX





logoEV
logoEV