San Severino: cordoglio dell'Amministrazione per la scomparsa di Pasquale Torchia

Pasquale Torchia 1' di lettura 25/08/2010 -

L’Amministrazione comunale di San Severino Marche ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa di Pasquale Torchia, ex ispettore capo della Polizia di Stato, 55 anni, da tempo residente in città, deceduto nel primo pomeriggio di martedì presso l’ospedale settempedano a seguito di un male incurabile.



Torchia negli ultimi mesi di vita aveva messo insieme tutte le sue forze per scrivere il libro “Vivere il presente”, presentato proprio nel Municipio di San Severino. Un volume che intendeva, per volontà dello stesso autore, “fornire qualche consiglio pratico anche a chi assiste i malati, ai familiari ed a chi condivide, con chi non sta bene, un periodo molto particolare della vita. Occorre trovare la forza di voler combattere il cambiamento che il nostro corpo attraversa – spiegava Torchia nella premessa al suo lavoro – per sperare nel futuro e godere ogni minuto del presente. Bisogna cercare di vivere l’esperienza che ci contraddistingue senza lasciarsi fiaccare psicologicamente, senza desistere, perché altrimenti distruggerebbe noi stessi e le persone care che ci circondano ma che non possono darci conforto se noi per primi non accettiamo la novità”. Oltre ad avere scritto il libro “Vivere il presente”, Pasquale Torchia, noto nel mondo dell’arte come Pascal55, aveva realizzato anche molte opere d’arte.

I funerali si svolgeranno giovedì 26 agosto alle ore 16 nella chiesa di Santa Maria della Pieve. Lascia la moglie, Gabriella, ed i figli, Gaia, Massimiliano ed Alessandro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2010 alle 18:33 sul giornale del 26 agosto 2010 - 1057 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bv2

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV
logoEV


Cookie Policy