Castelraimondo: mandria allo stato brado, delega alla comunità montana per la cattura

castelraimondo 2' di lettura 05/10/2010 -

Sarà la comunità montana di San Severino ad occuparsi del bestiame allo stato brado, circa 150 tra cavalli e bovini, che da anni si trova libero nel territorio di Monte Gemmo, a cavallo tra il territorio dei comuni di Matelica, Esanatoglia, Fiuminata, Castelraimondo e Pioraco, di proprietà di un privato che sinora non ha ottemperato agli obblighi di legge.



Nei mesi scorsi i sindaci dei comuni interessati avevano emanato una serie di ordinanze per avviare in modo coattivo la profilassi obbligatoria del bestiame, avvenuta in parte per una sessantina di capi, risultati in gran parte sani. Nella recente seduta del consiglio comunale, l'amministrazione comunale di Castelraimondo ha approvato all'unanimità la delega alla comunità montana di San Severino per la cattura obbligatoria dei capi rimanenti, in base ad un accordo con i comuni vicini e la Prefettura.

"L'ente coordinerà le operazioni in modo coattivo, con una ditta specializzata che si occuperà di prelevare gli animali, i quali saranno sottoposti a profilassi, in modo da regolarizzare l'allevamento. E' un problema che va affrontato, si sono verificate problematiche per il pascolo in zone non autorizzate, ma soprattutto c'è concreto pericolo per la circolazione stradale e l'ordine pubblico. Di recente si è verificato nella zona un incidente stradale, in cui fortunatamente ci sono stati danni solo alla vettura".

Di questa vicenda che si trascina da tempo, è stata investita anche la Prefettura, sinora il proprietario ha consentito in modo parziale agli obblighi previsti dalla legge, dall'anagrafe bovina e dalla profilassi veterinaria. La procedura coatta dà la possibilità di accudire il bestiame sinora lasciato a se stesso, gli enti si potranno rivalere per le spese affrontate sul valore del bestiame, che potrebbe essere venduto. Quando tutti i comuni avranno approvato la delega, sarà la comunità montana ad adottare gli atti necessari a completare le operazioni di cattura e profilassi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2010 alle 16:46 sul giornale del 06 ottobre 2010 - 561 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelraimondo, comune di castelraimondo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cVX