Sefro: abuso d'ufficio, il Sindaco Pierozzi ed alcuni membri della maggioranza indagati

1' di lettura 06/10/2010 -

Un avviso di garanzia per abuso d'ufficio in merito ad una delibera sul nuovo Piano regolatore della città di Sefro è stato recapitato al Sindaco Mario Pierozzi e ad alcuni assessori e consiglieri comunali.



L'inchiesta, che vede indagato il Sindaco e 5 o 6 persone tra consiglieri e assessori, è partita da un esposto presentato l'estate scorsa dalla minoranza di centro destra. Nell'esposto si ipotizza che con l'approvazione del Prg siano stati favoriti interessi privati di parenti di assessori e di consiglieri di maggioranza.

Il Sindaco di centro-sinistra si dice sereno poichè il Prg non avrebbe favorito nessuno e, sottolinea il legale degli indagati l'avv. Andrea Netti, allo stato attuale dei fatti non ci sarebbero elementi che dimostrino la colpevolezza del Sindaco e della Giunta quindi il reato di abuso d'ufficio non sussisterebbe. Inoltre, secondo il legale, le aree interessate dal Prg sono riconducibili non solo alla maggioranza ma anche a parenti di alcuni consiglieri d'opposizione poichè, spiega l'avv. Netti, in un piccolo Comune qual'è Sefro è normale che i rapporti di parentela leghino l'intera comunità. Soprattutto, conclude il legale nella propria dichiarazione, considerato che nel diritto civile vale la parentela vale fino al sesto grado.






Questo è un articolo pubblicato il 06-10-2010 alle 18:52 sul giornale del 07 ottobre 2010 - 809 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini, Sefro, comune di sefro, mario pierozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cZa





logoEV