Università: ad Unicam il workshop 'Science Centre e Territorio'

unicam 2' di lettura 19/10/2010 -

Il Polo Museale dell’Università di Camerino organizza per venerdì 22 ottobre il workshop “Science Centre e Territorio: Sapere, Sperimentare, Valorizzare”.



Tema principale di discussione sarà il ruolo del Science Centre come strumento principe dell’informal education, adatto ad affrontare i principali temi di attualità scientifica e tecnologica, a parlare delle emergenze del Pianeta, veicolo di incontro tra ricerca e innovazione, tra scienza e cittadinanza per lo sviluppo della coscienza critica e della consapevolezza civile indispensabili alle scelte democratiche del Paese.

“Il workshop – sottolinea la prof.ssa Chiara Invernizzi, Direttore del Polo Museale Unicam– sarà proprio l’occasione per presentare una idea, quella di creare un Science Centre legato all’Università di Camerino. Stiamo cercando di far innamorare dell’idea chi ci può aiutare a realizzarla, perché è un’idea che deve essere implementata ed ha bisogno di risorse per crescere. L’invito a partecipare è rivolto dunque a politici, enti, istituzioni, aziende e cittadini”.

Il workshop si aprirà alle ore 9.30 presso l’Aula San Sebastiano del Polo Museale e, dopo il saluto delle autorità, sarà introdotto e moderato dal prof. Fulvio Esposito, Rettore dell’Università di Camerino. Nel corso della prima sessione, che avrà come tema “La comunicazione scientifica nel Musei e nei Science Centre in Italia e in Europa, interverranno Mikko Myllykoski, Experience Director di Heureka (Vantaa, Finlandia), Michele Lanzinger, Direttore del Museo Tridentino di Scienze Naturali (Trento), Luigi Amodio, Direttore di Città della Scienza (Napoli), Chiara Invernizzi, Direttore del Polo Museale Unicam.

La seconda sessione, invece sarà incentrata su “Un Science Centre a Camerino: obiettivi, programmi, risorse”, con una tavola rotonda alla quale parteciperanno l’Assessore della Regione Marche Sara Giannini, Carmine Marinucci del Ministero Università e Ricerca, Carlo Toffalori dell’Università di Camerino, Simona Monesi Presidente dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali delle Marche, Mikko Myllykoski, Michele Lanzinger, Luigi Amodio. Coordinerà i lavori il Rettore Unicam Fulvio Esposito.

Seguirà il dibattito, che farà da preludio alla Inaugurazione della Science Room presso il Polo Museale Unicam.

“La Strategia di Lisbona, nel marzo 2000, - afferma il Rettore Unicam prof. Fulvio Esposito – ha indicato come obiettivo principale quello di far sì che l’Europa, nell’arco di una decade, diventi l’economia basata sulla conoscenza più competitiva del mondo. Oggi, 2010, siamo arrivati alla scadenza e né l’Europa, né tanto meno l’Italia, hanno conseguito l’obiettivo. In queste settimane, la Commissione Europea sta lanciando la Strategia 2020, che ha come obiettivi una crescita intelligente, sostenibile, inclusiva. Se non si vuole perdere definitivamente il treno e rassegnarsi ad un declino forse lento, ma certamente inarrestabile, stavolta non possiamo mancare l’obiettivo. L’università e la ricerca hanno un ruolo decisivo in questo processo, al quale il nostro Ateneo vuole dare il suo contributo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2010 alle 17:35 sul giornale del 20 ottobre 2010 - 564 letture

In questo articolo si parla di cultura, università di camerino, camerino, Unicam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dsW





logoEV
logoEV