Matelica: Cosmari, si lavora per un servizio efficiente ed efficace

cosmari logo 3' di lettura 20/10/2010 -

Nessuna “sacchettopoli a Matelica”. Anzi al contrario abbiamo trovato fin da subito una costruttiva collaborazione con i residenti. Questa la precisazione del Direttore del Cosmari Giuseppe Giampaoli sull'andamento del servizio “porta a porta”.



Certamente, come spieghiamo sempre ai cittadini, in fase di avvio possono esserci piccoli disservizi o problemi. Per questo diamo sempre almeno un mese di tempo a tutti, utenze domestiche e non, per abituarsi alle nuove metodologie di conferimento. Del resto anche noi dobbiamo adattare il nostro servizio al territorio ed alle abitudini sociali e di vita quotidiana dei matelicesi.

La piena identità di vedute con l'Amministrazione comunale e con il Comando di Polizia Municipale – afferma ancora Giampaoli - ci consente di intervenire rapidamente laddove possono accadere fatti spiacevoli, come abbandoni o conferimenti sbagliati, così come è possibile che in alcune zone la raccolta sia effettuata con qualche ritardo. Certo è che nei sei incontri pubblici che abbiamo organizzato sono venuti migliaia di cittadini desiderosi di impegnarsi e di fare bene. Per tutta una settimana abbiamo gestito presso gli uffici comunali, uno sportello verde che ha distribuito il kit, fornito informazioni e quindi ha stabilito un contattato diretto con la popolazione.

I nostri operatori Cosmari e Sintegra sono presenti sul territorio ogni giorno. A proposito comunichiamo anche che venerdì 22 ottobre dalle ore 9 alle ore 12, saremo presenti ancora una volta, presso l'Ufficio del Cittadino, a completa disposizione dei matelicesi. A Tutto ciò si aggiunge il fatto che, con una felice intuizione il Comandate della Polizia Municipale Giuseppe Corfeo ha anche attivato una pagina su un social network per favorire la partecipazione degli utenti che possono commentare in assoluta libertà. A tal proposito, per entrare nello specifico, si precisa che se la posizione scelta dei cassonetti non è funzionale al servizio, questi possono essere rimossi o spostati; gli anziani, come registrato in altre situazioni, possono incontrare qualche difficoltà all'inizio ma poi tutto si normalizza senza problemi; la raccolta di un solo giorno del giallo e quindi dell'indifferenziato deriva dal fatto che se un utente separa bene i vari rifiuti prodotti in casa, l'immondizia conferita è pari ad un 10, massimo 15% del totale, mentre carta e plastica sono molto più ingombranti e rappresentano, insieme un 50, 60% della produzione giornaliera di imballaggi.

Se si fa bene la raccolta, nell'indifferenziato rimangono solo i rifiuti poliaccoppiati ed i materiali che non si possono riciclare: per evitare disagi basta solo eliminare gli scarti di cibo; certamente per far bene la differenziata bisogna organizzarsi e quindi bisogna anche organizzare lo spazio che si ha in cucina o comunque in casa. Il servizio è comunque studiato prevedendo quasi una raccolta quotidiana, evitando accumuli o problemi di sorta.

Quindi, come negli altri Comuni, tante azioni per far si che i nostri cittadini-utenti siano protagonisti di un cambiamento di abitudini già recepito con successo in altre realtà maceratesi e che siamo sicuri, in tempi brevi, entrerà a regime anche a Matelica. Del resto – conclude Giampaoli - i fatti ci danno ragione: da quello che ci è dato sapere, venerdì prossimo alla cerimonia di premiazione dei “Comuni Ricicloni” la maggior parte dei premi e dei riconoscimenti è ancora una volta assegnata ai nostri Comuni ed al Cosmari, segno di un servizio che funziona e di una collaborazione fattiva da parte dei cittadini.


   

dal Cosmari




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2010 alle 17:05 sul giornale del 21 ottobre 2010 - 762 letture

In questo articolo si parla di attualità, cosmari, consorzio smaltimento rifiuti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dvz





logoEV
logoEV