Halloween: Udc, abbandonare sponsorizzazioni e patrocini

UDC 2' di lettura 27/10/2010 -

A fine mese molti dei nostri ragazzi, come accade ormai da diversi anni, tornerranno a vestire i panni dei "morti viventi" e busseranno alle nostre case domandando "dolcetto o Scherzetto". La festa delle "zucche vuote", Halloween, è importata da una cultura che sbeffeggia e ridicolizza la morte; cultura che non ha niente a che vedere con le nostre tradizioni,e ogni anno viene riproposta per sostenere il consumismo e per "dis-educare" i nostri giovani.



La cultura marchigiana, invece, è una cultura di vita, di lavoro, di risparmio, abbracciata da piccole comunità che conosco il sacrificio e che lo intendono finalizzato anche a tramandare "valori positivi" che si traducono in qualità della vita.

Ecco perchè l'UDC vuole sensibilizzare gli Enti locali, a partire dalla provincia, ad abbandonare "i patrocini" e "le sponsorizzazioni" alla "festa delle Streghe".
Occorre adoperarsi per valorizzare le nostre tradizioni rgionali iniziando dalla rivitalizzazione di quella dei "fuochi della Madonna", o "Focarelli", che nella notte tra il 9 ed il 10 Dicembre si usa ancora fare in molti dei nostri comuni.

I fuochi, che secondo la tradizione popolare accompagnavano il cammino degli angeli che trasportavano la santa casa verso Loreto (AN), oltre ad essere il riconoscimento delle nostre "origini culturali" che parlano di "Amore", di "Dignità della Persona umana" e di "Sacralità della Vita", sono anche un momento di festa e convivialità per le comunità che vi si stringono intorno.

A ciò, come già proposto in passato, si può associare una tematica attuale come quella del "risparmio energetico", abbassando in quei giorni l'illuminazione pubblica. Provando a trasmettere ai nostri giovani valori altamente educativi che i nostri padri ci hanno lasciato.

Per questo invitiamo la provincia, gli enti locali, le pro-loco, gli educatori e quanti sono coinvolti nella sfida educativa a non avere paura nel disertare o condannare manifestazione non nostre, come quella di Halloween, e a valorizzare quele che ci appartengono.
Le nostre tradizioni hanno fatto delle "Marche" una tra le regioni più appetibili per qualità della vita, cultura, bellezza e territorio; noi ne siamo orgogliosi.


da Augusto Ciampechini
Segretario Provinciale e Capogruppo UDC in consiglio proviniciale




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2010 alle 17:01 sul giornale del 28 ottobre 2010 - 454 letture

In questo articolo si parla di udc, politica, provincia di macerata, Augusto Ciampechini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dMl