San Severino: Mario Perrotta è in scena con 'Il misantropo'

Mario Perrotta 3' di lettura 15/12/2010 -

Mario Perrotta con Il misantropo, capolavoro di Molière, sarà in scena sabato 18 dicembre al Teatro Feronia nella stagione realizzata dal Comune di San Severino Marche e l’Amat con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Marche.



Il Misantropo nella visione dell’atore salentino è immerso nell’attualità politica e diventa un “militante dell’etica”, un uomo disgustato dagli intrecci tra potere e politica. L’opera che fu scritta dopo lo scandalo suscitato da Tartufo e Don Giovanni ,e affronta il tema dello scontro tra un individuo e la società che lo circonda, scegliendo come difesa la strada della misantropia, proprio perché il divario tra le vicende private e gli avvenimenti pubblici che riguardano il protagonista è ormai insanabile, e perfino l’amore è soggetto ai giochi di potere a cui tutti i personaggi sottostanno. A questo punto il rifiuto delle regole sociali da parte del protagonista diventa inevitabile, perché queste regole si sono allontanate dalla morale e dal buon senso.

"Ci vuole coraggio – scrive Mario Perrotta – a fare Molière facendo Molière. Così com’è, senza cambiargli i connotati. Ci vuole coraggio a tradurlo in versi, oggi, serenamente senza intromissioni se non profondamente giustificate. Ho tolto tutto il superfluo dal mio Molière, ho lasciato gli attori soli nello spazio, avanti a quei versi alessandrini da mangiare e da digerire, per non farli sentire. Ho messo in scena otto corpi in uno spazio vuoto. Ho rischiato l’assenza di appigli fisici e visivi per portare fuori la storia e il lavoro degli attori. Ho lasciato gli attori lì, me compreso, a giocare la partita con quello spazio e con quella storia".

Il protagonista Alceste è contro le falsità, l’ipocrisia, la compiacenza, l’imbroglio, la frode, la corruzione morale e materiale, gli adulatori dei potenti, l’ignoranza congenita di chi si fa “un vanto di non aver mai letto un libro”. Per questo diventa un difensore della morale, della giustizia e della solidarietà, è costretto ad essere un “resistente” di fronte a una società così distante dai suoi ideali, ben sapendo di essere irrimediabilmente condannato alla sconfitta e ad essere beffato, perché ognuno di noi è d’accordo nel condannare questo sistema di disvalori, ma poi chiniamo la testa o la voltiamo dall’altra parte, facendo finta di non vedere.

La traduzione del testo origniale è di Mario Perrotta che firma anche la regia.In scena con Perrotta gli attori Marco Tolini, Lorenzo Anzaloni, Mario Perrotta, Paola Roscioli, Donatella Allegro, Giovanni Dispenza, Alessandro Mor, Maria Grazia Solano.

Informazioni e prevendite: Ufficio Cultura del Comune di San Severino Marche (tel 0733/641317), biglietteria del Teatro Feronia (piazza del Popolo, 15 tel. 0733/634369) e Amat corso Mazzini n. 99 Ancona (tel. 071 2072439 www.amat.marche.it). Inizio spettacoli ore 21,15.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2010 alle 16:51 sul giornale del 16 dicembre 2010 - 526 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, san severino marche, amat marche, Mario Perrotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/fu4