Gemellaggio Camerino - L'Aquila: il sindaco Conti incontra il sindaco Cialente

dario conti 3' di lettura 02/03/2011 -

Il sindaco di Camerino Dario Conti ha incontrato, martedì 1 marzo, nella città dell’Aquila, il primo cittadino Massimo Cialente.



L’incontro, cui hanno partecipato l’assessore alla Ricostruzione del Patrimonio artistico Vladimiro Placidi ed i consiglieri comunali, con delega ai Rapporti con le città gemellate, Maurizio Capri dell’Aquila ed professor Franco Ugo Rollo di Camerino, ha avuto lo scopo di avviare l’ipotesi di un gemellaggio tra le due città e, al contempo, di confrontarsi sul difficile terreno della ricostruzione post sisma.

“La città di Camerino – ha dichiarato il sindaco Massimo Cialente – condivide con noi la drammatica esperienza di un sisma devastante e la difficoltà di confrontarsi con le mille problematiche della ricostruzione. Il sindaco di Camerino Dario Conti ha sottolineato: “Occorre scongiurare la delocalizzazione (di attività commerciali, istituti…) scelte che, una volta avvenute, cambiano inevitabilmente il corso della vita cittadina, condizionando fortemente la vita sociale ed economica della città che rischia un grave impoverimento ed è importante quindi accelerare in ogni modo il processo di ricostruzione”.

Il sindaco di Camerino ha quindi sottolineato i rischi collegati al disagio di tempi lunghi di recupero del centro storico, come avvenuto a Camerino, dove la ripresa di tante attività avviene in modo lento e faticoso. Caso limite è quello di Gemona, in Friuli, come ha ricordato il sindaco Cialente, dove il cuore della città tende a spopolarsi, con il rischio di una città deserta. “Per questa ragione – fa presente ancora il sindaco Dario Conti - è importante che le sedi istituzionali e universitarie, le attività commerciali e i luoghi di aggregazione a carattere sociale e culturale non vengano decentrate e tornino al più presto in centro”.

“Alla luce dell’importanza di avviare un proficuo confronto su questa e altre tematiche legate alla ricostruzione- hanno dichiarato i due sindaci – abbiamo valutato l’ipotesi di istituire un gemellaggio tra le nostre due città, accomunate da molti aspetti legati alla storia, all’urbanistica, al panorama culturale, ricco di istituzioni teatrali e musicali, nonché di due importanti biblioteche, la Tommasiana dell’Aquila e la Valentiniana di Camerino, e alla presenza di due grandi università, dal momento che Camerino, come L’Aquila, è uno di quei centri di dimensioni medio piccole che sono riuscite a vincere la sfida di diventare città universitarie, trasformando la presenza dei rispettivi atenei in altrettante risorse non solo culturali, ma anche economiche e di sviluppo. Per questa ragione vorremmo istituire un rapporto istituzionale che veda il coinvolgimento dell’università, della diocesi e delle rispettive realtà culturali e museali”.

Una sinergia quindi che potrà rivelarsi importante e potrà dare un valido contributo alle politiche legate alle varie fasi della ricostruzione post sisma, alla valorizzazione delle due città in previsione anche di futuri scambi culturali, economici. Il sindaco Conti ha invitato a Camerino il sindaco Cialente che, accogliendo l’invito, ha detto che verrà, molto probabilmente, nel mese di maggio, durante i giorni del Raduno dei camperisti, nel periodo della Rievocazione storica della Corsa alla Spada e Palio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2011 alle 18:05 sul giornale del 03 marzo 2011 - 1838 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, comune di camerino, Dario Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/hZu





logoEV
logoEV