Ciclismo: Tirreno Adriatico, la quinta tappa si ferma a Castelraimondo

3' di lettura 06/03/2011 -

Edizione straordinaria dell'Infiorata, domenica 13 marzo in occasione dell'arrivo della quinta tappa della Tirreno-Adriatico in Corso Italia, dopo 240 km di percorso con partenza da Chieti. Al centro di piazza Dante sarà realizzato un quadrifoglio di 10 metri per dieci, con il logo della corsa dei due mari, il monogramma dell'Infiorata, il simbolo dell'Unità d'Italia ed il logo scelto per celebrare i 700 anni dalla fondazione del paese.



Le altre iniziative collaterali sono state presentate sabato pomeriggio nel corso di una conferenza stampa. Dalle ore 10.30 si apriranno il mercatino dei prodotti tipici, si esibiranno il Gruppo Folkloristico di C.Raimondo, l'orchestra di fiati Ugo Bottacchiari ed un gruppo omaggio ai Beatles. Due iniziative coinvolgeranno il consiglio comunale dei ragazzi e gli alunni dell'Istituto comprensivo Strampelli, con il concorso fotografico "Tra le ruote" e "Biciscuola", con attività ludiche al traguardo della corsa. L'arrivo è previsto intorno alle 16, a seguire le premiazioni in piazza Dante e la conferenza stampa finale. La corsa sarà trasmessa in diretta ogni giorno su Rai 3 e su Rai 2 Sport con circa due ore e mezzo di diretta al giorno a partire dalle 14.20, la trasmissione sarà seguita in diretta anche dal sito della Gazzetta dello Sport.

Grazie alla collaborazione con quattro broadcast internazionali, saranno raggiunte sessanta nazioni con Stati Uniti, Asia ed Europa. Sono attesi al seguito dei 120 atleti, per le venti squadre partecipanti, sessanta giornalisti. "E' un evento molto importante per Castelraimondo, ospitare per la prima volta l'arrivo di una corsa così importante, un evento che cade in concomitanza con i 700 anni dalla fondazione del paese, una manifestazione che permette un connubio tra sport, turismo e scoperta delle bellezze del nostro territorio", ha detto il sindaco di Castelraimondo Luigi Bonifazi.

"E' un percorso iniziato un anno fa in provincia – ha detto l'assessore allo sport vicesindaco Renzo Marinelli – con una serie di eventi programmati in consiglio provinciale con un accordo per due anni con Rcs e per un anno con il Giro d'Italia, grazie all'aiuto della Provincia, della Comunità Montana e degli sponsor, oltre alle tante persone coinvolte nell'organizzazione, faremo in modo che l'iniziativa riesca nel miglior modo possibile".

Hanno portato il loro saluto l'ex presidente della Provincia Franco Capponi e gli ex assessori Nazzareno Agostini e Giorgio Bottacchiari, oltre al presidente della comunità montana Gianluca Chiappa e Gian Paolo Bertoni, presidente dell'Unione nazionale veterani dello sport. Due campioni sono stati ospiti d'eccezione, il volto storico del sassoferratese Giancarlo Polidori:"E' una tappa molto difficile, adatta agli scalatori – ha detto – speriamo che il tempo sia clemente altrimenti sarà molto difficile per gli atleti con un percorso così lungo".

Altre considerazioni le ha aggiunte il campione di Castelfidardo Andrea Tonti:"Non mi stupirei di veder arrivare solo un piccolo gruppo di ciclisti per primi al traguardo – ha spiegato – gli ultimi 5 km con tre salite e tratti secchi in salita saranno decisivi". Sono intervenuti alla presentazione i sindaci di Gagliole Gianfabio Giorgioni e Matelica Paolo Sparvoli, l'assessore Enrico Pupilli in rappresentanza del comune di Camerino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 14:23 sul giornale del 07 marzo 2011 - 642 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, Tirreno Adriatico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/h9q





logoEV
logoEV