San Severino: disagi bollette di agosto, il sindaco incontra i vertici di Poste Italiane

2' di lettura 26/07/2011 -

Vertice istituzionale fra la società Poste Italiane ed il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, che, a seguito della lamentela di alcuni cittadini circa il mancato recapito della corrispondenza, si è subito attivato con l’ente competente per risolvere la situazione. Il primo cittadino, dopo aver incontrato i dirigenti locali ed i responsabili della distribuzione, ha chiesto ed ottenuto l’intervento del responsabile dell’ufficio recapito regionale di Poste Italiane, Maria Boccatonda, che è arrivata in città per capire di persona la causa di eventuali disservizi.



Accertato che tutto sarebbe dipeso dal centro di smistamento di Macerata e da difficoltà legate ad una serie di pensionamenti oltre che alle ferie di diversi dipendenti delle Poste, l’Amministrazione comunale ha chiesto che a San Severino la corrispondenza fosse inviata con la normale celerità. Richiesta cui si è subito venuti incontro destinando all’ufficio di via Gorgonero, per le prossime settimane, due unità a tempo determinato.

“Ho apprezzato il fatto che il direttore ed il responsabile del servizio distribuzione si siano personalmente caricati la corrispondenza in spalla per dare una mano ai portalettere sotto organico in questo particolare periodo – commenta il sindaco Martini, che aggiunge – Mi ha invece meravigliato la critica, veramente fuori luogo, del gruppo locale del Pdl che se l’è presa con il Comune e, anziché attivarsi presso le Poste, ha polemizzato a mezzo stampa sulla vicenda. Quelli del Pdl potevano telefonarmi come hanno fatto altri normali cittadini ma forse si sentono superiori a tutti come i vecchi generali che urlano alla cavalleria di avanzare mentre loro rimangono fermi ad attendere la fine della guerra.

Questo modo di fare proprio non lo condivido ed è per questo che, con altrettanta schiettezza, vorrei invitare Chiodi ed i suoi a fare piuttosto la voce grossa con il Governo che continua a tagliare e tagliare anche servizi essenziali come quello delle Poste”.

Da Poste Italiane intanto fanno sapere che il servizio di consegna della corrispondenza è tornato ad essere regolare. I ritardi accumulati nei giorni scorsi, intanto, hanno fatto decidere la società Assem Spa per una proroga della scadenza delle bollette che era fissata al 26 luglio. Tale concessione, che sarà senza ulteriori aggravi per gli utenti, vede fissata al 31 agosto la nuova data di scadenza delle bollette per la fornitura dell’acqua.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2011 alle 19:32 sul giornale del 27 luglio 2011 - 687 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/nOu