Massi/Sanità nel maceratese: 'un'area vasta dai monti al mare la soluzione più idonea'

Francesco Massi 1' di lettura 28/07/2011 -

Ho letto delle perplessità manifestate dal Sindaco di Camerino Dario Conti sul nuovo assetto di Governance della Sanità marchigiana strutturato in 5 Aree Vaste. Se il timore di Conti e di altri sindaci deriva dalla nuova articolazione, ritengo di poter dire che tale timore è infondato.



Non credo che una Area Vasta “Montana” prevista, in un primo tempo, da Visso a Pergola con capoluogo Fabriano avesse potuto giovare ai servizi sanitari dell’entroterra maceratese. Tale area sarebbe servita soltanto alle ambizioni egemoniche di Fabriano.

Ritengo, dunque, più idonea (è noto a tutti che il PDL avrebbe preferito 5 ASL Provinciali con personalità giuridica) una area vasta che vada dai monti al mare e nella quale sia possibile programmare il rispetto dello Status dei cittadini delle aree montane. Per questo dico che la vera partita si giocherà con l’approvazione del Piano Socio Sanitario che andrà in consiglio regionale a fine settembre.

Su questo atto occorre fin da ora la massima attenzione e mobilitazione dei Partiti e degli Enti Locali e assicuro da subito che il PDL della Provincia di Macerata farà una giusta battaglia per tali diritti. Certamente la consultazione e la concertazione dovranno essere di particolare puntualità e particolarità, al contrario di come è avvenuto per l’atto sulle Aree Vaste per il quale la consultazione da parte del Centro Sinistra e della Giunta Regionale è stata assolutamente assente e carente.


   

da Francesco Massi
Consigliere Regionale Pdl




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2011 alle 17:28 sul giornale del 29 luglio 2011 - 653 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, camerino, Popolo delle Libertà, pdl, francesco massi, asl, Dario Conti, aree vaste

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/nS2