Tributo consorzio di bonifica, proroga di 2 mesi

soldi 1' di lettura 27/10/2011 -

L’azione intrapresa nei giorni scorsi dal presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari, per chiedere la sospensione dei ruoli esattoriali emessi dal Consiglio di Bonifica del Musone, Potenza, Chienti, Asola e Alto Nera, ha avuto eco in seno al Consiglio regionale delle Marche. Su proposta di diversi consiglieri, l’Assemblea legislativa ha votato un ordine del giorno con il quale si impegna la Giunta regionale a proporre la proroga di due mesi della scadenza del pagamento del “tributo”.



In particolare la scadenza del 31 ottobre dovrebbe essere posticipata al 31 dicembre. Ciò, si legge nell’ordine del giorno, “al fine di approfondire la legittimità del tributo stesso, in attesa dell’approvazione della legge regionale di riordino degli interventi di bonifica ed irrigazione e delle funzioni dei Consorzi di bonifica”.

La lettera con la quale lo scorso 17 ottobre il presidente della Provincia aveva chiesto al Commissario del Consorzio la “sospensione dei ruoli esattoriali, era stata inviata per conoscenza anche al presidente della Regione Marche.






Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2011 alle 18:53 sul giornale del 28 ottobre 2011 - 614 letture

In questo articolo si parla di macerata, provincia di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/qXS





logoEV
logoEV