Matelica: Bucciarelli, 'La Romagna clona il Verdicchio. Tutelare i nostri prodotti'

verdicchio 30/03/2012 - Il fatto che la Romagna ha clonato il Verdicchio è l'ennesimo esempio di come la Regione Marche non sa, non dico valorizzare, ma difendere le proprie eccellenze. Cosa che invece sanno fare molto bene le altre regioni italiane.

Il Verdicchio è il vino principe delle Marche e rappresenta una grande percentuale elle esportazioni argoalimentari marchigiane. Esso o è dei “Castelli di Jesi” o di “Matelica” e come tale non va difeso solo oggi ma la sua tutela andava realizzata prima. Ora si...chiude la stalla quando i buoi sono scappati. Il fatto, comunque più preoccupante a mio modesto avviso, è che sembra essersi affermata nelle Marche la cultura secondo la quale una volta distribuiti i fondi dell'Unione Europea per lo sviluppo rurale, per gli agricoltori non ci sia niente altro da fare.

Non è così e non è corretto dare agli altri (le proposte norme U.E. sulla liberalizzazione degli impianti di vitigni) colpe che sono della superficialità e della mancanza di politiche lungimiranti a difesa, in questo caso, del miglior vino bianco italiano. I nostri produttori vitivinicoli vivono un momento molto, molto difficile sul piano economico e delle prospettive. Non è stato certo incoraggiante per loro, al VINITALY di Verona ascoltare il giudizio di acquirenti e importatori che paragonavano il Verdicchio dei Castelli di Jesi o di Matelica con quello romagnolo, comunque lo si chiami! Su questa poco edificante vicenda ho presentato comunque una Interrogazione in Consiglio regionale affinchè se ne parli nella sede ove si dovrebbero elaborare ed approvare anche le misure per tutelare i nostri prodotti agricoli.


da Raffaele Bucciarelli
Consigliere regionale Federazione della Sinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2012 alle 16:06 sul giornale del 31 marzo 2012 - 517 letture

In questo articolo si parla di vino, politica, vinitaly, verdicchio, enogastonomia, Raffaele Bucciarelli, romagna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xbl


Questo è un argomento che deve essre preso in cosegna, da chi intende abbia o stia subendo un torto, ma dai comuni dei castelli di Jesi, con Jesi capofila al fine di difendere i propri interessi. il verdicchio è l'unico vino fatto con vitigno verdicchio e coltivano nella zona. Il vitigno non si è mai spostato dalle zone classiche e li deve rimanere. per certi aspetti è piu originale e unico che lo Champagne, che deriva da uve pinot e chardonnay coltivate distanti dalla zona d'origine.