San Severino: concorso di poesia dialettale 'Amedeo Gubinelli', assegnati i premi

2' di lettura 13/06/2012 - La Pro Loco di San Severino Marche, con il patrocinio del Comune e della Comunità Montana, dopo una pausa di riflessione è tornata a proporre il concorso di poesia dialettale, per le scuole elementari e medie, in onore di don Amedeo Gubinelli.

L’iniziativa, che è ripartita dalla settima edizione, è stata aperta anche alla partecipazione di elaborati in lingua italiana, al fine di consentire un’adesione più ampia possibile da parte degli studenti.

Alla fine un’apposita commissione, composta da Paola Egidi, Gabriela Lampa, Cristina Perticarari, Silvana Piantoni, Milena Ranieri, Mariella Scattolini e Lina Vincenzoni, ha selezionato i lavori e premiato, per i testi in vernacolo delle scuole elementari, “La poesia” di Sara Menichelli (classe 3A Cesolo).

Al secondo posto, ex aequo, “’Na giornata de scola” di Sabrina Sgaier (classe 5B Luzio) e “Lu paese mia” di Valeria Molinari (classe 3D Luzio), al terzo posto “La mamma” di Rosella Sheqeri (classe 3D Luzio). Per la scuola media sono state primate le poesie “La matina a casa mia” di Vittoria Massei e Lucia Cialoni (classe 1D), “La via de casa mia” di Martina Rocci (classe 1D) e, al terzo posto, “Sansivirì paria ‘n dipintu” di Virna Sofia Brutti (classe 2D).

Per le poesie in italiano della scuola elementare primo premio a “La neve” di Mattia Catamo (classe 3A Luzio), secondo premio a “Il sole” di Leonardo Bruschi (classe 3° Luzio) e terzo premio a “Il papà è…” di Jacopo Rossi (classe 3B Luzio). Infine un premio speciale è stato assegnato ad Ilaria Bagoi (classe 3D Luzio), autrice del disegno “Estate”, scelto per la locandina e la raccolta delle poesie finite in un opuscoletto finanziato dalla filiale settempedana di UniCredit e stampato dalla litografia Grafica&Stampa di San Severino Marche.

Alla cerimonia conclusiva ha preso parte anche l’assessore comunale alla Cultura, Simona Gregori, insieme a Silvana Piantoni che ha letto le poesie premiate. “Questo concorso di poesie – spiega il presidente dell’associazione Pro Loco, Francesco Cesari – è un piccolo contributo alla valorizzazione della creatività espressiva ed all’orgoglio di appartenenza delle nuove generazioni a questa nostra cultura; l’entusiasmo dei ragazzi, e la loro libertà interpretativa, sono il canale di trasmissione dell’energia positiva di chi ci ha preceduto verso la riscoperta delle proprie radici.

Un grazie sincero agli alunni che hanno partecipato, alle insegnanti che si sono dedicati all’organizzazione del lavoro ed alle dirigenti scolastiche della scuola primaria “Luzio”, Rita Traversi, e dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi”, Vanna Bianconi, che si sono fatte promotrici, ciascuna nel proprio ambito di competenza, per questa importante attività”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2012 alle 16:22 sul giornale del 14 giugno 2012 - 352 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche, poesia dialettale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Alw





logoEV