Al via la 21esima edizione di San Severino Blues, tutto made in Usa

Eric Johnson 3' di lettura 05/07/2012 - E' tutto americano il cartellone degli artisti della XXI edizione di San Severino Blues: il programma è un viaggio nelle capitali musicali degli Stati Uniti, da Austin a New Orleans, da Chicago a New York, tra blues, rock, pop-jazz e jazz-rock.

La star mondiale della chitarra Eric Johnson, il super gruppo Royal Southern Brotherhood e Jon Regen sono gli eventi di punta della rassegna che si svolge dal 13 luglio al 24 agosto, con gran parte dei concerti gratuiti e i pochi a pagamento a biglietti molto popolari.

L’apertura, come ormai da tradizione, è a Pollenza il 13 luglio con Demetria Taylor, la nuova voce femminile emergente di Chicago, pupilla della grande Koko Taylor e nominata ai Blues Music Awards come Miglior Nuovo Artista debuttante. Con lei la band di Luca Giordano chitarrista italiano molto attivo a Chicago e molto quotato a livello internazionale.

Sempre in piazza a Pollenza il 19 luglio si passa al blues moderno e contaminato da rock e funk di New York con Mason Casey: lo spettacolare armonicista di Popa Chubby ritrova sul palco Jaime Dolce, compagno di musica nei club della Grande Mela negli anni 90, chitarrista hendrixiano, votato al blues psichedelico, anche lui newyorkese.

Il 22 luglio arriva a Largo Servanzi di San Severino Marche la star del festival, Eric Johnson. Il musicista texano, premiato da un Grammy Award, è stato incluso tra i 100 più grandi chitarristi del Ventesimo secolo.I suoi dischi sono pietre miliari della storia della chitarra jazz-rock. Protagonista con gli amici Joe Satriani e Steve Vai del mitico G3, tour di superchitarristi, ha una storia di collaborazioni stellari, da quelle giovanili con Cat Stevens, Christopher Cross e Carole King a quelle con Chet Atkins, Andy McKee, Eric Clapton, Steve Miller, Jimmie Vaughan, Jonny Lang. Ingresso 15 €.

Il 28 luglio nello stesso luogo di San Severino l’altro appuntamento clou del festival, il concerto-evento dei The Royal Southern Brotherhood, superband nuovissima e da brivido con Devon Allman, figlio del leggendario Gregg degli Allman Brothers, Cyril Neville dei Neville Brothers, Mike Zito, chitarrista nuova star del rock sudista, Charlie Wooten bassista dei Woods Brothers e Yonrico Scott, batterista di Derek Trucks e degli Allman Brothers. Un progetto di southern rock moderno nato pochi mesi fa a New Orleans, ma già definito A Post-Allman Brothers Show. Ingresso 10 €

San Severino offre gratis in piazza del Popolo il 29 luglio il “ragazzo prodigio di New York” Jon Regen, cantante e pianista pop jazz: un grande talento, una carriera da sideman di rimonati jazzisti quali Jimmy Scott e Kyle Eastwood. Nei suoi dischi ospita come guest Andy Summers dei Police. Potremo definirlo il Raphael Gualazzi americano.

Sempre dalla Grande Mela, ma dopo aver fatto l’ennesimo giro del mondo, arriva il 3 agosto nello spazio esterno della Biblioteca La Fornace a Moie di Maiolati Spontini Bob Brozman, il più grande suonatore ed esperto al mondo di chitarre resofoniche, lo strumento di metallo. Votato Miglior Chitarrista al mondo nel 2010, è un vero maestro di blues, hot jazz e musica etnica. 15 agosto in piazza a Cingoli con Eric Guitar Davis, chitarrista tra i più affermati giovani talenti rock blues di Chicago, ma che già vanta collaborazioni con grandi artisti del calibro di Buddy Guy, BB King, Billy Branch, Ronnie Baker Brooks, Koko Taylor, Jr Wells.

Festa finale rock’n’roll il 24 agosto alle Terme di Santa Lucia di Tolentino con il più americano degli artisti italiani, Matthew Lee. Il talentuoso pianista e cantante sulle orme di Jerry Lee Lewis, ormai rodato showman internazionale, si presenta in quintetto, dopo aver aggiunto stabilmente l’organo alla sua band






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2012 alle 17:03 sul giornale del 06 luglio 2012 - 565 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, san severino blues

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Be1





logoEV
logoEV