Calcio: la Settempeda cede in casa al Trodica 0-1

3' di lettura 14/10/2012 - Prosegue come un tergicristallo la marcia della Settempeda nel girone B di Promozione.

Al momento di spiccare il volo i biancorossi richiudono le ali. Quando sembrano scivolare nella mediocrità i ragazzi di mister Ermanno Carassai ripartono in poderosa accelerazione. Dopo il bel successo corsaro di Loreto che lasciava presagire un rilancio netto verso il vertice, ecco invece arrivare la battuta d’arresto casalinga ad opera del Trodica con la firma di Ivan Bartolucci.

Il capitano e bomber neroceleste era l’osservato speciale, indicato come il terminale offensivo mortifero degli ospiti ma, nonostante le raccomandazioni del trainer, Bartolucci è riuscito a colpire per la seconda volta di fila, consegnando al team di Francesco Cantatore sei punti pesantissimi in rapida successione dopo 4 partite di magra quasi assoluta. In partenza Carassai deve rinunciare ad Enrico Piccinini per la lesione del legamento crociato che obbligherà il primo ricambio difensivo di sicuro affidamento ad un lungo stop, Fattori viene lasciato in tribuna. Sul fronte opposto il centrocampista Serangeli non può essere della partita perché squalificato. Si parte con i biancorossi convinti di poter sbloccare subito.

Il 4-2-3-1 di Carassai contro il 4-5-1 di Cantatore. Davanti Bartolucci fa molto bene anche da solo. Al 4’ Mulinari riceve da Meschini un pallone invitante sul centro destra dell’area, prova la conclusione ma ne sortisce un tiro-cross su cui Magnani è in ritardo. Dal 12’ al 32’ Magnani martella, ma Recchi risponde per le rime con due deviazioni in calcio d’angolo ed un pallone bloccato. Al 35’, improvvisa, la fiammata ospite che vale i tre punti. Lancio profondo per Bartolucci, Maccari non arriva di testa, Mulinari non riesce a frapporsi di piede. Per il cannoniere trodicese è un invito a nozze: controllo e stoccata forte e precisa: 0-1. Nella ripresa due legni, ma nessun centro per la Settempeda che spinge con convinzione, ma invano.

Al 6’ una punizione potente di sinistro di Menichelli colpisce la base del palo per poi perdersi sul fondo. Al 21’ Ben Djemia semina tutti lungo l’out destro e rimette al centro dalla linea di fondo. Difesa tagliata e palla per Magnani il cui destro fa schizzare il pallone sulla traversa. Sul fronte opposto Aquinati dice di no ancora a Bartolucci (10’) con una prodigiosa deviazione; Polinesi realizza dopo una penetrazione dalla sinistra (14’) ma l’arbitro annulla per dubbio fallo di mano rilevato dal guardalinee. Per il Trodica, comunque, basta.

“Non abbiamo giocato male – è l’impressione a caldo del co-presidente Piero Sileoni – ed un mani in area del Trodica mi è parso abbastanza evidente. I nostri avversari, invece, hanno capitalizzato al massimo”. “Complimenti alla Settempeda – sono parole dell’allenatore ospite Cantatore -, ma soprattutto ai miei ragazzi. Qualcuno ha voluto vedere il Trodica in forte difficoltà in questo inizio torneo ma non è assolutamente vero. Anche oggi l’abbiamo dimostrato lottando con i denti e risultando premiati alla fine. Abbiamo collezionato altre occasioni per il raddoppio”.

“Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi – risponde il trainer settempedano Ermanno Carassai – perché hanno dato vita ad uno dei confronti più intensi dall’inizio del torneo. Purtroppo, però, non siamo stati bravi a finalizzare, colpendo due legni ma senza centrare l’obiettivo. In occasione del gol, purtroppo, i due nostri difensori centrali si sono lasciati scappare Bartolucci che non ha perdonato. Dobbiamo lavorare per evitare errori simili in futuro”. Futuro che si chiama Sirolo Numana. Nella speranza di rispettare… l’alternanza tra sconfitta e vittoria. Dopo la caduta, i tifosi attendono un’immediata resurrezione.


   

da Settempeda Calcio




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2012 alle 23:09 sul giornale del 15 ottobre 2012 - 427 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, san severino marche, settempeda calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/EWV





logoEV
logoEV