San Severino: ospedale, Martini appoggia il comitato

Cesare Martini 3' di lettura 22/10/2012 - “Non c’è mai stata nessuna contrapposizione fra Comitato, Sindaco e Amministrazione ma, al contrario, grande senso di responsabilità nelle azioni che, fino ad oggi, sono state intraprese a salvaguardia dell’ospedale. Il Comitato si è più volte riunito con l’apposita Commissione paritetica, nominata all’unanimità dal Consiglio comunale, per discutere ed affrontare argomenti che sono molto seri. Ci piace pensare che la politica possa continuare a rimanere fuori da certe questioni ed è per questo che, con evidente sorpresa ed anche con un po’ di rammarico, abbiamo letto le affermazioni di Mario Chirielli che, ci auguriamo, sia stato frainteso o che, comunque, si sia espresso solo a livello personale”.

Il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, e l’assessore comunale alla Salute, Vincenzo Felicioli, intervengono a seguito delle esternazioni di uno dei membri del Comitato per la salvaguardia dell’ospedale che sono sembrate avere un tono polemico. “Il sottoscritto è stato presente sia sabato che questa mattina davanti all’ospedale “Bartolomeo Eustachio” insieme ai membri del Comitato. Sabato sono arrivato – spiega Martini – dopo aver preso parte alla cerimonia di inaugurazione del Week end dell’Apicoltore che ha portato in città molti operatori del settore mettendo in luce una produzione locale nota ormai in tutta Italia”. L’assessore Felicioli, da parte sua, sottolinea invece: “Sono stato presente in ospedale, nel mio ruolo di medico, dalle 8 della mattina di sabato alle 11 di domenica 22 ottobre contribuendo così quanto, e forse anche di più di Chirielli, a difendere il Bartolomeo Eustachio”.

“L’Amministrazione per quanto riguarda la sanità – si legge poi in una nota del sindaco di San Severino Marche e dell’assessore alla Salute - si à fatta portavoce più volte e con forza delle richieste che hanno dato vita alla manifestazione del Comitato con l’installazione di un gazebo all’ingresso dell’ospedale. Anche pubblicamente abbiamo chiesto che si proceda quanto prima alla nomina dei pediatri tramite il concorso e che la Regione provveda ad eleggere un proprio rappresentante in seno alla Commissione perché non si può continuare a lavorare con due soli medici in Pediatria. Le argomentazioni del Comitato riguardo la situazione al Cup le abbiamo condivise già nelle scorse settimane e ci siamo mossi tanto che poi alla fine l’emergenza è, seppur temporaneamente, rientrata. Quanto al mantenimento delle strutture, l’Amministrazione ribadisce che deve essere data attuazione al Piano sanitario, che devono essere rispettati i patti e che chi deve decidere si comporti da galantuomo. Il mantenimento del pronto soccorso, del laboratorio analisi, della chirurgia e degli altri reparti sono tutte cose scritte nero su bianco proprio nel Piano dell’Area Vasta 3. Comunque ci opporremo, insieme al Comitato, ad ogni ridimensionamento del nostro nosocomio.

La battaglia – concludono il sindaco Martini e l’assessore Felicioli – è comune e coinvolge, e coinvolgerà sempre di più, tutti i settempedani”. Intanto stamattina presso il Municipio il sindaco, dopo aver incontrato una delegazione di lavoratori della cooperativa che si occupa delle pulizie in ospedale, si è fatto portavoce delle loro legittime preoccupazioni. L’allarme è rientrato con le rassicurazioni date dal direttore sanitario del presidio ospedaliero dell’Area Vasta 3 al titolare dell’impresa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2012 alle 21:59 sul giornale del 23 ottobre 2012 - 529 letture

In questo articolo si parla di politica, san severino marche, Comune di San Severino Marche, Cesare Martini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/FeX





logoEV
logoEV