Carcere: il Garante dei detenuti Italo Tanoni ha inviato una lettera al Ministro

Carcere 1' di lettura 16/11/2012 - L'Ombudsman regionale Italo Tanoni ha inviato una lettera al Ministro della Giustizia Paola Severino per sostenere la costruzione del nuovo carcere di Camerino, auspicando che “la vicenda venga risolta positivamente, con lo sblocco del finanziamento destinato all'avvio dei lavori”.

Il progetto, inserito nel Piano nazionale di edilizia penitenziaria in scadenza il prossimo 31 dicembre, ha subito una battuta d'arresto perché in attesa di ricevere il trasferimento dei fondi. “Una sua decisione a riguardo – scrive Tanoni – metterebbe la parola fine alla ridda di ipotesi e sollecitazioni di segno contrario e servirebbe a garantire una migliore condizione ai detenuti ristretti nei due istituti di Fermo e Camerino, due ex conventi con una popolazione complessiva che nelle due realtà attualmente arriva a circa 150 soggetti reclusi, compresa la sezione femminile dislocata a Camerino”.

“La conferma della costruzione del penitenziario camerte – prosegue il Garante dei detenuti – consentirebbe di abbassare notevolmente anche i livelli di preoccupante sovraffollamento di altri istituti di pena regionali, come Montacuto, Villa Fastiggi e Marino del Tronto”. Tanoni ricorda infine al Guardasigilli gli appelli già rivolti, come Autorità di Garanzia, al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, durante l'incontro al Quirinale nel mese di maggio, e al Capo del Dap Giovanni Tamburino, in visita nelle Marche lo scorso 18 ottobre.

“Proprio in questa ultima circostanza il Presidente Tamburino ha potuto valutare pienamente la necessità di privilegiare l'opzione di Camerino, in quanto l'iter burocratico-amministrativo è già stato pienamente completato”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2012 alle 19:37 sul giornale del 17 novembre 2012 - 504 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, comune di camerino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/F9I





logoEV
logoEV