Inaugurata la nuova sede Lilt a Camerino

Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Campagna Nastro Rosa 2' di lettura 19/11/2012 - E’ stata inaugurata nei giorni scorsi a Camerino la nuova sede della Lega Italiana Lotta ai Tumori, sezione di Macerata a fare gli onori di casa il presidente della sezione, il dottor Marcello Pannelli, tra gli intervenuti il professor Flavio Corrdaini, rettore dell’Università di Camerino che ha messo a disposizione i locali per la nuova sede.

“Siamo molto orgogliosi di ospitare questa sede della Lega Italiana Lotta ai Tumori – ha dichiarato il professor Corradini, - Unicam ha diversi gruppi di ricerca attivi nel settore oncologico: dalla biologia, alla farmacia, alla medicina veterinaria, e in questo senso abbiamo voluto affiancare, come in altre situazioni, la ricerca universitaria alla presenza di chi sta sul territorio tutti i giorni e tutti i giorni fa prevenzione su queste tematiche. Per noi è molto importante e crediamo che in futuro si possa rafforzare sempre di più questo rapporto di collaborazione mettendo a disposizione le nostre competenze di tipo accademico”.

La nuova sede della LILT ospiterà anche la redazione di Camerino di Radio Studio 7 e la redazione camerte di Video Tolentino, gestita sempre da Radio Studio 7. Questa piattaforma media sarà fondamentale per la nuova iniziativa della LILT: il progetto “Sport & Salute”, un programma video settimanale, organizzato di concerto con il Cus Camerino che potrà mettere “a disposizione” del pubblico la testimonianza della sua attività sportiva, ottimo veicolo di prevenzione del tumore. Presenti a questo proposito il presidente del Cus Camerino Stefano Belardinelli e Filippo Reina, atleta nazionale italiano, originario di Camerino, ambasciatore di Camerino nello sport e dello sport a Camerino, testimonial di eccezione dell'iniziativa, insieme alla sorella Daniela (anche lei nota atleta nazionale).

“Si è trattato di un progetto che la LILT di Macerata ha voluto fortemente – ha dichiarato il dottor Pannelli – perché siamo fortemente convinti della centralità dello sport come prevenzione oncologica. Naturalmente chi fa sport ha un rischio molto minore di contrarre questo tipo di patologia in quanto elimina quei fattori di rischio come l'obesità e la scarsa attività motoria. Noi vogliamo fondamentalmente sensibilizzare i ragazzi, con questa rubrica, a fare sport, quello sport che andrebbe preso seriamente come mezzo non solo di prevenzione oncologica ma anche per stare semplicemente in salute”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2012 alle 23:18 sul giornale del 20 novembre 2012 - 564 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Gep





logoEV
logoEV


Cookie Policy