Unicam, 'I probiotici Synbiotec utilizzati anche in acquacoltura'

unicam 1' di lettura 30/01/2013 - I probiotici Synbiotec, che troviamo nei prodotti alimentari e del settore lattiero-caseario quali ad esempio lo yogurt o come nutraceutici, sono benefici non solo per gli uomini ma anche per i pesci. Lo afferma la prestigiosa rivista scientifica PloseONE, citando i risultati di uno studio condotto da un gruppo di ricerca composto da università italiane e straniere, sull’effetto dei probiotici Synbiotec sull’accrescimento, sulla salute e sulla riproduzione di uno specifico pesce, lo zebrafish.

“Siamo davvero molto soddisfatti per questo risultato – ha dichiarato il Prof. Alberto Cresci, docente dell’Università di Camerino e presidente della Synbiotec Srl, spin off dello stesso ateneo – che dimostra ancora una volta la validità delle proprietà benefiche dei probiotici brevettati dalla Synbiotec, Lactobacillus rhamnosus IMC 501® e Lactobacillus paracasei IMC 502®”.

“Migliorando l’accrescimento ed il benessere delle larve – ha proseguito il Prof. Cresci - i probiotici potrebbero influenzare in maniera determinante la produttività e la competitività del settore dell'acquacoltura con un notevole beneficio socio-economico per produttori e consumatori. Lo zebrafish inoltre, condividendo molti geni con l’uomo, rappresenta un modello che può essere utilizzato per studiare gli effetti benefici dei probiotici nello sviluppo e nel benessere dei bambini e degli adulti”.

“Grazie a questo studio realizzato a livello internazionale – ha concluso il prof. Cresci – possiamo ora affermare che i benefìci possono essere estesi anche alle attività di acquacoltura, con ricadute sia nel settore dell’alimentazione che in quello della ricerca scientifica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2013 alle 15:25 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 551 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IPg





logoEV
logoEV