Anche quest'anno Unicam aderisce alla 'Settimana del cervello'

2' di lettura 13/03/2013 - La settimana dal 11 al 17 marzo 2013 è la “Settimana del Cervello" (Brain Awareness Week 2013).

La Settimana del Cervello è una iniziativa promossa da alcuni anni dalla Dana Foundation (www.dana.org) che coinvolge gli studiosi del sistema nervoso di tutto il mondo. L´idea è finalizzata alla sensibilizzazione della comunità sull'importanza della ricerca nell’ambito delle neuroscienze per la prevenzione e la cura delle malattie neurologiche e psichiatriche che, per il grado di invalidità che possono determinare, rappresentano una sfida della moderna medicina.

Tutto ciò in considerazione del fatto che, diversamente da altri settori della ricerca biomedica (genetica, oncologia, malattie genetiche) non c´è, nella opinione pubblica, una cognizione esatta del valore che la ricerca sul sistema nervoso dà al progresso della scienza. Limitazione che si riflette in un relativamente modesto investimento, anche da parte delle istituzioni, a supporto delle ricerche sul sistema nervoso.

La Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute dell’Università di Camerino, presso la quale operano ricercatori particolarmente attivi nel settore delle neuroscienze, ha in programma iniziative di partecipazione a questo progetto di promozione e divulgazione scientifica di respiro planetario.

Da segnalare, in modo particolare, il gruppo di Anatomia Umana del Prof. Francesco Amenta, che organizza per il 14 marzo presso la sala Consiliare del Comune di Camerino, in collaborazione con il Circolo ACLI Toniolo di Camerino e con il patrocinio del Comune di Camerino due seminari dal titolo “La memoria ed i suoi disturbi, la malattia di Alzheimer” alle 11:30 per gli studenti delle scuole medie superiori e “L’ictus cerebrale: un nemico da combattere” alle 16:30 per la cittadinanza. I due seminari saranno introdotti dal Prof. Dino Jajani Consigliere Provinciali ACLI Macerata.

Oltre alla partecipazione attiva di UNICAM alla Settimana del Cervello, va ricordato che la tradizione delle ricerche sul sistema nervoso nell’area di influenza culturale dell’Ateneo Camerte ha origini antiche, che risalgono alla seconda metà del 1500, con il pionieristico lavoro del settempedano Bartolomeo Eustachio (1500-1574), che grazie ai suoi studi settori ha posto le basi della moderna neuroanatomia.

Le iniziative del 2013, realizzate anche in collaborazione con varie realtà del territorio testimoniano l’impegno della Università di Camerino anche nell’opera di divulgazione scientifica a tutti livelli nel progetto di avvicinare il pubblico alle realtà della ricerca in neuroscienze, settore questo di primario interesse per le ricadute nel campo della salute.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2013 alle 16:46 sul giornale del 14 marzo 2013 - 503 letture

In questo articolo si parla di cultura, università di camerino, camerino, Unicam, settimana del cervello

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Kx3