San Severino: inquinamento ambientale, sequestrata un'azienda di prodotti petroliferi

carabinieri del noe 1' di lettura 14/05/2013 - Nel corso di un'operazione mirata alla salvaguardia dell'ambiente, svolta nel territorio provinciale, i carabinieri del Noe di Ancona hanno sequestrato un'azienda di San Severino che opera nel campo della commercializzazione di prodotti petroliferi, in particolare gasolio per il riscaldamento.

Nello specifico i carabinieri, allertati dalle segnalazioni dei cittadini che avevano notato un odore di gasolio che fuoriusciva dai tombini disposti lungo la strada provinciale 502, hanno sequestrato oltre 1000 metri quadrati di superficie dell’intero impianto, cinque cisterne del sistema di regimazione delle acque di piazzale dell’azienda.

Al termine del sopralluogo effettuato insieme al personale dell’Arpam di Macerata, nel corso del quale sono stati effettuati i sequestri e verificato l'effettivo pericolo di inquinamento ambientale dovuto allo sversamento di una sostanza oleosa dall’odore sgradevole, simile al gasolio, nei tombini e nei canali di scolo che fiancheggiano i campi coltivati, i militari hanno denunciato il titolare per non avere tempestivamente informato le autorità competenti dell’accaduto e per non avere attuato subito la cosiddetta messa in sicurezza di emergenza.






Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2013 alle 20:22 sul giornale del 15 maggio 2013 - 543 letture

In questo articolo si parla di cronaca, san severino, Sudani Alice Scarpini, carabinieri del noe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MXl





logoEV
logoEV