Eolico, il Tar Marche dice ‘no’ alla costruzione di 17 torri eoliche

parco eolico 1' di lettura 31/07/2013 - Il TAR Marche, con sentenza del 25 luglio 2013, accogliendo il ricorso di Italia Nostra n.805/2012, ha definitivamente bloccato la costruzione di un parco eolico per iniziativa della Comunità Montana di Camerino che prevedeva l'installazione di 17 torri eoliche di 105 metri, per una potenza complessiva di 34 MW, in un'area vincolata per legge sotto l'aspetto paesaggistico ambientale.

La sentenza ha annullato l’autorizzazione della delibera del Consiglio dei Ministri assunta il 30 aprile 2012 e i successivi provvedimenti della Regione Marche.

Una sentenza di rilevante importanza perché colpisce l’incredibile sufficienza con la quale il Consiglio dei Ministri, utilizzando l’art. 14-quater della legge n° 241/1990 , ha ignorato le proposte della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggista delle Marche che, sotto la competente guida del dott. Giorgio Cozzolino, fin dal 2007 aveva espresso la propria valutazione di “incompatibilità dell’intervento in questione con i caratteri distintivi e tradizionali dell’area e indicato le condizioni necessarie”, valutazioni sostenute anche dalla Regione Umbria e dal Comune di Foligno, confinanti con il territorio marchigiano dove era prevista la costruzione del “parco eolico”.

Italia Nostra, vedendo accolti i propri ricorsi, ha dimostrato ancora una volta, con fatti concreti, la propria determinazione a tutelare il paesaggio che sempre più è diventato un valore sentito e condiviso dai cittadini, come ha recentemente dimostrato sempre nelle Marche il successo nella raccolta di firme per una proposta di legge ad iniziativa popolare che dovrà bloccare il consumo di suolo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2013 alle 18:36 sul giornale del 01 agosto 2013 - 385 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/P0u





logoEV