San Severino: la magia della chitarra acustica di Franco Morone alla XXII edizione del San Severino Blues

1' di lettura 09/08/2013 - La magia della chitarra acustica di Franco Morone nella Notte di San Lorenzo apre l’ultima tranche della XXII edizione, che si concluderà il 14 e 15 agosto a Cingoli con l’omaggio ai Beatles della Colours Jazz Orchestra ed il chitarrista hendrixiano Stan Skibby.

Dopo il bellissimo evento di apertura a luglio con Tommy Emmanuel, ritorna per la XXII edizione di San Severino Blues la magìa della sei corde con Franco Morone, proprio la Notte di San Lorenzo nella splendida cornice del borgo antico di Gagliole sotto la Rocca G. Varano.

Morone è considerato iI poeta italiano della chitarra acustica, conosciuto, inserito e stimato nella scena internazionale grazie a concerti e workshop in Europa, Usa e Giappone ed alle ricerche e pubblicazioni didattiche. Un grande musicista, che al talento unisce comunicativa e una sonorità personale e riconoscibile. Le sue raffinate melodie affascinano sin dal primo ascolto: un pugno di note, un suono caldo, ritmi delicati ed originali linee di contrappunto. Sorprende la bellezza delle composizioni originali e delle trascrizioni di temi antichi e popolari che rivivono, nelle sue dita, una seconda giovinezza.

Il suo repertorio ha solide radici nel blues e nel jazz, nel folk celtico ed in quello italiano. Fra i tanti cd che spaziano in questi campi musicali Italian Fingerstyle Guitar ha vinto il JP Folk Award di musica indipendente americana, Miles of Blues segna un personale ritorno alla “musica del diavolo” e nell’ultimo Canti Lontani nel Tempo torna a collaborare con la bella voce di Raffaella Luna, che ospita come special guest in questo concerto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2013 alle 19:11 sul giornale del 10 agosto 2013 - 437 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino blues

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Qxg





logoEV