I gruppi di oppposizone in consilgio provinciale sul nuovo Campus scolastico

campus scolastico di camerino 1' di lettura 12/09/2013 - L’apertura di un nuovo edificio scolastico come quello di Camerino è sempre da accogliere con soddisfazione, ma l’autoesaltazione mostrata da Pettinari appare esagerata e fuori luogo, tentando goffamente di far passare come risultato eccezionale, il completamento parziale di un’opera pubblica, dopo ben 16 anni trascorsi dal terremoto del 1997.

Sarebbe stato molto meglio far prevalere il sentimento dell’umiltà, soprattutto pensando a quelle migliaia di giovani che hanno dovuto vivere gli anni della loro formazione dentro ai containers.

Anche l’edifico di Camerino, come successo per i due ponti di Villa Potenza e di Montecosaro, è rimasto impantanato in pastoie burocratiche, liti giudiziarie e vincoli di spesa, con tutto quello che ne consegue anche in termini di costi aggiuntivi. Come abbiamo più volte indicato, bisognava avere il coraggio di superare i vincoli del patto di stabilità, tanto più ora che le province sono a fine vita.
La nostra comunità ha bisogno di molto di più, sia in termini di messa in sicurezza degli edifici scolatici, su tutti grida vendetta la situazione dell’Ipsia di Corridonia, ma anche di sostegno all’autonomia scolastica e al piano dell’offerta formativa provinciale.

La realtà è che questa giunta, anonima e ininfluente sulla vita amministrativa locale, si limita a svolgere quella ordinaria amministrazione a cui sono già preposti i dirigenti dell’ente, senza alcuna azione di indirizzo e visione strategica per la crescita.


   

da Franco Capponi e Nazareno Agostini
Capogruppo PPE e Capogruppo PDL in Consiglio Provinciale di Macerata





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2013 alle 19:00 sul giornale del 13 settembre 2013 - 375 letture

In questo articolo si parla di politica, franco capponi, nazareno agostini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/RFH





logoEV
logoEV