San Severino: rifiuti, parte la raccolta con i sacchetti dotati di microchip

5' di lettura 08/10/2013 - Da lunedì prossimo (14 ottobre) sarà avviata, anche nel Comune di San Severino Marche, la raccolta differenziata dei rifiuti “Porta a Porta” con il sistema “Riciclo Chip” che prevede l’utilizzo di sacchetti dotati di microchip.

I sacchetti (gialli e blu) potranno essere ritirati gratuitamente, presentando la lettera che è stata spedita a casa di tutte le famiglie settempedane, presso il punto di distribuzione, allestito in via Gorgonero (nella piazzetta di fianco all’Ufficio Postale presso l’ex sede dell’associazione Hippocampo). La distribuzione degli stessi proseguirà fino a sabato 12 ottobre dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 17 alle 21. Domenica 13 ottobre i sacchetti saranno distribuiti dalle ore 9 alle 13 e lunedì 14 ottobre dalle ore 9 alle 13 (giornata riservata solo ed esclusivamente alle utenze economiche). Al momento della consegna dei nuovi sacchetti sarà consegnata ad ogni utenza anche una “Riciclo Card” nominativa che dovrà essere utilizzata per i successivi ritiri.

Questo nuovo e innovativo progetto si prefigge di migliorare la percentuale e la qualità della raccolta differenziata, responsabilizzando i cittadini e le utenze in genere per evitare conferimenti sbagliati e abbandoni di rifiuti che compromettono l’immagine della Città. Si confida sul senso civico e sul rispetto del regolamento comunale anche da parte delle attività economiche. Alcuni consigli utili: è vietato conferire rifiuti rsu e multimateriale in sacchetti senza microchip. Una volta terminati, i sacchetti potranno essere ritirati nei nuovi punti di distribuzione che sono quello del Comune, allestito appositamente in via Gorgonero, il supermercato Simply, presso il centro Blue Gallery in località Taccoli, e l’Alimentari Luciano nella frazione Cesolo. Per ritirare i sacchetti è indispensabile presentare, ogni volta, la propria “Riciclo Card” oppure copia della lettera ricevuta a casa con il codice a barre che identifica le utenze rifiuti. E’ vitato usare i sacchetti senza chip. Quanti, per difficoltà oggettive, non potessero ritirare i sacchetti presso i punti di distribuzione possono contattare il numero verde gratuito del Cosmari (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14 e il sabato dalle ore 8 alle ore 13) per concordare una consegna a domicilio.

Attenzione: è obbligatoria la riconsegna dei sacchetti gialli e blu senza microchip.

Per saperne di più, e per avere tutte le informazioni necessarie per effettuare correttamente la raccolta differenziata, si può partecipare agli incontri pubblici, tutti con inizio alle 21,15, programmati secondo il seguente calendario: martedì 8 ottobre Bar Frazione Corsciano, mercoledì 9 ottobre sala parrocchiale Cesolo, giovedì 10 ottobre sala parrocchiale Taccoli, venerdì 11 ottobre sala polifunzionale ex Cinema Italia.

Nel corso delle serate verranno anche distribuiti i nuovi sacchetti con microchip. Da sottolineare che Cosmari sta lavorando da diversi mesi, di concerto con l’Amministrazione comunale di San Severino Marche, per predisporre un nuovo progetto integrato di gestione rifiuti con lo scopo di migliorare nel suo complesso il servizio di raccolta. E’ bene precisare che il “Porta a Porta” non subisce alcuna modifica e quindi famiglie e attività economiche dovranno continuare a conferire i rifiuti come fatto sinora. La modifica riguarda solo la tracciabilità degli indifferenziati e del multimateriale leggero. L’intento, come già detto, è quello di migliorare qualitativamente e quantitativamente la raccolta differenziata, evitando sprechi e favorendo per quanto possibile il contenimento della spesa.

L’avvio del sistema “Riciclo Chip” è stato illustrato in Municipio nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il direttore del Cosmari, Giuseppe Giampaoli, l’assessore comunale alle Politiche Ambientali, Simona Gregori, e l’assessore comunale alla Nettezza Urbana, Giampaolo Muzio.

“Con l’introduzione del sistema Riciclo Chip facciamo un passo avanti verso la responsabilizzazione del cittadino – ha spiegato il direttore del Cosmari, Giuseppe Giampaoli – Questo sistema non serve solo per aumentare i controlli, ma per avviare il discorso sulla cosiddetta tariffa puntuale. Chi farà meglio la raccolta differenziata, chi la farà regolarmente e bene sarà premiato nel pieno rispetto, ovviamente, della privacy. Il fine ultimo è quello di riqualificare il servizio nel rispetto dei cittadini virtuosi. Non faremo la guerra a nessuno ma aumenteremo i controlli nei confronti di chi, con cattivi comportamenti, rischiano di penalizzare l’intera comunità. E’ per questo che abbiamo anche previsto l’installazione di telecamere mobili per evitare che si ripetano situazioni spiacevoli registrate in due o tre punti della città”.

“Stiamo lavorando per avere una città sempre più pulita – sottolinea in proposito l’assessore comunale alla Nettezza Urbana, Giampaolo Muzio – Chiediamo ai cittadini di fare la loro parte, di aiutarci, convinti che con la collaborazione di tutti potremo migliorare gli ottimi risultati già raggiunti a San Severino Marche con la differenziata”.

“Questa iniziativa – fa eco l’assessore alle Politiche Ambientali, Simona Gregori – non può che riattivare il virtuosismo che aveva registrato agli inizi il Porta a Porta. I cittadini non devono essere preoccupati, le cose continueranno a funzionare come hanno sempre funzionato. Con il Cosmari stiamo portando avanti una campagna di informazione ma anche di educazione ambientale. Sono in programma incontri pubblici ed iniziative dedicate ai cittadini e poi progetti con le nostre scuole. Siamo convinti che dagli alunni sta arrivando la migliore risposta e che grazie ad essi si possano sensibilizzare molto anche le famiglie”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2013 alle 15:33 sul giornale del 09 ottobre 2013 - 997 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/SOn





logoEV
logoEV