San Severino: 'I teatri di Sanseverino' incontrano il grande poeta e scrittore Davide Rondoni

Davide Rondoni 2' di lettura 18/10/2013 - Davide Rondoni, uno dei più importanti poeti contemporanei, sarà il protagonista del primo “Incontro con gli autori” che “i Teatri di Sanseverino” ospiteranno per la stagione 2013/2014 all’Italia.

L’appuntamento, promosso in collaborazione con la Fondazione Claudi, è per sabato 19 ottobre alle 21. In contemporanea sarà inaugurata anche la rassegna “Altre culture”. Rondoni presenterà il suo ultimo libro “Gesù. Un racconto sempre nuovo”, edito da Piemme, che sarà preceduto dalle immagini di viaggio di Francesco Rapaccioni su Gerusalemme e la Palestina. Gli scatti fotografici del giornalista settempedano mostreranno i luoghi in cui il libro è ambientato.

La serata sarà animata da brevi interventi musicali, a cura dell’Accademia Feronia, e dalle letture dell’associazione Sognalibro. L’ingresso è gratuito. Nato a Forlì nel 1964, lo scrittore Davide Rondoni ha pubblicato volumi di poesia, tra cui “Il bar del tempo”, “Avrebbe amato chiunque”, “Apocalisse amore”. Suoi scritti in versi e in prosa dedicati a opere e artisti sono raccolti in “Nell’arte, vivendo”.Tra i saggi “Non una vita soltanto”, “Il fuoco della poesia”, “Per lei. E per tutti. Appunti su Dante.

E sull’amore”, “Contro la letteratura. Poeti e scrittori. Una strage quotidiana a scuola”. Traduttore di Baudelaire, Rimbaud, Péguy e autore di una versione poetica dei Salmi, cura la collana “I libri della speranza” per Rizzoli e progetti tv di poesia. In prosa ha pubblicato “Hermann” e la raccolta di racconti “I santi scemi”. Laureato in letteratura italiana, è editorialista dei quotidiani “Avvenire” e “Il Sole 24 Ore”, ha fondato e dirige il Centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna e tiene corsi di poesia e letteratura in varie università, in Italia e all'estero.

In questo fine settimana “i Teatri di Sanseverino” proporranno anche una giornata ricordo, quella di domenica 20 ottobre, in occasione del cinquantenario della scomparsa di Drusilla Tanzi, moglie del poeta Eugenio Montale che scrisse per lei gli Xenia, stampati per la prima volta a San Severino nel 1966 dalla tipografia Bellabarba. Tre i momenti del pomeriggio con ingresso gratuito: alle 16, presso il carcere mandamentale, una performance degli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Macerata; alle 17, presso la sala di udienza penale, un contributo di Laura Melosi, docente di letteratura italiana presso l'Università di Macerata, il racconto degli Xenia stampati a San Severino proposto da Francesco Rapaccioni, la lettura degli Xenia e un breve momento musicale. A seguire, presso la sala Coletti della Biblioteca comunale, inaugurazione della mostra "Tratti da Xenia", 14 opere pittoriche di Paolo Gobbi ispirate ai brevi componimenti montaliani. Ingresso gratuito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2013 alle 16:08 sul giornale del 19 ottobre 2013 - 450 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, Comune di San Severino Marche, davide rondoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Thr





logoEV
logoEV