San Severino: Vito Mancuso entusiasma il pubblico presentando il suo ultimo saggio

Vito Mancuso 2' di lettura 30/10/2013 - Da Papa Francesco alle teorie di Hegel e Schopenhauer, passando per gli alti temi della religione, dell’impegno sociale e civile.

Vito Mancuso, teologo di fama internazionale, editorialista del quotidiano “La Repubblica”, ha incantato il pubblico dell’Italia nell’ultimo appuntamento degli “Incontri con l’autore” promossi da “i Teatri di Sanseverino”. Ad introdurre Mancuso,che ha presentato il saggio “Il principio passione”, edito da Garzanti, è stato il direttore artistico della rassegna, Francesco Rapaccioni. Gremitissima la sala, con molte persone che hanno dovuto assistere alla conferenza restando in piedi.

Lo scrittore ha risposto con chiarezza e completezza partendo dal senso del titolo della sua ultima fatica letteraria, per arrivare alla discussione sulla formula logos e caos = pathos, il concetto di peccato originale, l'onnipotenza di Dio nel contesto di una creazione in fieri, la modernità di un rapporto democratico con Dio basato sulla fiducia consapevole dell'uomo (non monarchia né anarchia, categorie giuste per un passato lontano e non per il contemporaneo), per giungere infine alla discussione sul dialogo interreligioso.

Il direttore dei teatri settempedani, Francesco Rapaccioni, ha sottolineato come, nelle note del volume di Mancuso, siano stati riportati i nomi di due settempedani illustri: Giorgio Zampa, curatore dell'opera di Eugenio Montale (fu proprio lui a far stampare gli Xenia a San Severino), e il gesuita e storico delle religioni, padre Tacchi Venturi. Il pubblico, restato rapito e incantato per oltre due ore, si è mostrato desideroso di analizzare il presente e pronto a porsi domande.

Alla fine Mancuso si è trattenuto a lungo con i presenti, firmando copie del saggio e rispondendo a molte domande individuali. Hanno contribuito alla riuscita dell'incontro Giammario Borri, dell'associazione Sognalibro, che ha letto alcuni passi del saggio, Paolo Moscatelli e Valeria Natalini, dell'Accademia Feronia, che hanno eseguito musiche di Bach a violino e violoncello e il distributore regionale di Garzanti, Andrea Silenzi, che ha curato il desk di vendita dei libri.

Grande l'emozione per gli intervenuti, molti hanno parlato di respiro sospeso, cuore rinnovato, emozione indicibile. Tra i tanti partecipanti all’incontro anche il sindaco, Cesare Martini, l'assessore allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori, la presidente della Commissione comunale Cultura, Romina Cherubini, il presidente del Consiglio comunale Ostilio Beni, i consiglieri comunali Fabio Eusebi e Gabriela Lampa e l'onorevole Mario Cavallaro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2013 alle 12:44 sul giornale del 31 ottobre 2013 - 478 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, Comune di San Severino Marche, vito mancuso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/TOA





logoEV
logoEV